Logo San Marino RTV

Sara Podeschi (Domani - Motus Liberi) su rifiuti e Centro Storico

26 nov 2019
Sara Podeschi (Domani - Motus Liberi) su rifiuti e Centro Storico

Rifiuti
La situazione attuale in territorio, nonostante gli investimenti effettuati nel corso degli ultimi anni, è ancora impietosa: abbiamo ancora castelli dove la raccolta è mai partita.
Sicuramente il porta a porta è molto funzionale in presenza di singole abitazioni o di edifici con poche famiglie. Ma quando si ha a che fare con condomini abitati, allora il discorso cambia, perché non piace a nessuno schierare nel proprio cortile un esercito di contenitori spesso maleodoranti.
Il modello che maggiormente tiene conto delle esigenze dei cittadini sarebbe quello dell’inserimento dei siti di quartiere.
L’idea sarebbe quella di predisporre delle isole ecologiche complete permanenti mappate in ogni castello del territorio.
Di certo questo traguardo diventa irraggiungibile se si continuano a schierare ancora nelle strade i cassonetti, all’interno dei quali i cittadini per pigrizia o disinformazione continuano a gettare di tutto, talvolta vanificando lo sforzo civico di chi invece si impegna nel selezionare i rifiuti.
Siamo convinti che una serie di importanti incentivi dedicati ai cittadini possano ottenere un ambiente migliore nel quale vivere.
Si potrebbero attuare una serie di sconti in alcuni negozi convenzionati per il privato per cercare di ottimizzare la raccolta differenziata.
Altro punto fondamentale è costituire azioni di sviluppo nei confronti delle attività produttive i cui rifiuti vengono assimilati per quantità e qualità.

Centro Storico
In pratica le attività in centro, non avendo più a disposizione le postazioni mobili, si limitano a lasciare i loro rifiuti all’angolo della strada al mattino, un po’ ovunque dove i mezzi autorizzati in giorni dedicati passano e li raccolgono. Chiaramente in questo modo non c’è alcuna possibilità di controllare che i rifiuti siano stati correttamente differenziati.
Soluzioni imminenti dunque, a minor costo per il paese sarebbero la creazione di isole ecologie complete nei castelli ed attuare da subito l’incentivazione della raccolta porta a porta del rifiuto organico.
L’organico è il rifiuto che pesa maggiormente nella raccolta indifferenziata, si otterrebbe da subito un risparmio nei sul costo dello smaltimento. In ogni settore nessuno nasce imparato ed per questo che bisogna attivare al più presto tavoli di lavoro concreti, con la collaborazione delle aziende di settore presenti a San Marino, per attivare da subito una migliore gestione dedicata.

Comunicato stampa
Sara Podeschi (Domani - Motus Liberi)