Logo San Marino RTV

3 settembre: Festa della Fondazione della Repubblica

Il Vescovo "la pandemia ha svelato il lato umano della sammarinesità"

3 set 2020
La cerimonia del 3 settembre
La cerimonia del 3 settembre

1720 anni fa il Santo Marino fondò, sul monte Titano, una comunità cristiana poi divenuta stato sovrano. Una storia lontana ed un legame potente, che ha portato le istituzioni a cercare un punto di equilibrio tra la volontà celebrare le iniziative in programma e la necessità di ridurre al minimo i rischi del contagio. Una giornata iniziata con l'alzabandiera, l'uscita da Palazzo Pubblico dei Capitani Reggenti, Alessandro Mancini e Grazia Zafferani, per la formazione del corteo. I partecipanti hanno sfilato per le vie del centro storico di Città, fino all'arrivo alla Basilica del Santo. È qui che i capi di Stato, all'ingresso, sono stati accolti dal cappellano del Santo, Marco Mazzanti, con un inchino, così come impongo le normative anti contagio.

Anche all'interno della Basilica del Santo in base alle regole vigenti sono stati riservati solo 70 posti. “La lezione severa della pandemia” al centro della riflessione di mons. Andrea Turazzi. Il Vescovo di San Marino Montefeltro nella sua omelia ha parlato della presa di coscienza della precarietà, ha ricordato le preghiere durante i mesi bui del lockdown e l'impegno generoso di tanti sammarinesi. Poi il corteo si è ricomposto in processione, con la reliquia del santo, per il tradizionale percorso per le vie del centro storico

Nel pomeriggio la suggestione del corteo storico partito da Porta San Francesco composto da balestreri, dame, sbandieratori, musici e figuranti negli splendidi costumi medievali. Alle 15 presso la Basilica del Santo la benedizione della Reliquia di Santo Marino cui balestreiri hanno rivolto la preghiera al Santo Patrono. Poi alla cava dei balestrieri, in diretta tv il Palio delle Balestre Grandi, vinto per la terza volta da Silvano De Biagi dopo la sfilata del corteo storico tra le contrade l'omaggio alla musica di Ennio Morricone, della Banda militare della Repubblica di San Marino, di seguito presso il piazzale lo stradone, Calcigni e Piazza Sant'Agata l'estrazione della tradizionale tombola, uno degli appuntamenti più attesi