Logo San Marino RTV

APAS: i consigli per i nostri animali ed i botti di capodanno

30 dic 2007
APAS
APAS
Segnano l’arrivo del nuovo anno, portano una vera e propria esplosione di gioia, colore e divertimento per l’uomo, ma costituiscono un vero e proprio incubo per gli animali, cani e gatti in testa. Questo per via del loro udito, molto più sensibile e raffinato del nostro, e che farebbe percepire scoppiettii e botti come un insopportabile frastuono. La reazione è sempre quella della fuga: l’animale non risponde al richiamo, ma reagisce al panico e allo stress scappando, rischiando così di smarrirsi, essere investito o essere lui stesso causa di incidenti.
Ecco allora i consigli dell’APAS per far passare una serata più serena ai nostri animali: evitare che il cane o il gatto resti in cortile o peggio ancora in strada.
Tenetelo in casa, magari con il televisore o la radio accesi per distrarlo dai rumori esterni; se abituato a stare alla catena, almeno per una sera, slegatelo, agitandosi potrebbe impigliarsi o, scappando, correre il rischio di soffocare.
Se siete a passeggio con l’animale al guinzaglio durante lo scoppio di botti e fuochi non slegatelo: potrebbe fuggire, ignorando il vostro richiamo. Rivolgersi al veterinario per consigli su rimedi ad azione ansiolitica.
L’APAS ricorda poi che, per legge, il cane deve essere dotato di microchip e iscritto all’anagrafe canina e comunque, consiglia di riportare sulla medaglietta o sul collare anche un numero di telefono per essere rintracciati in fretta, in caso di smarrimento.