Logo San Marino RTV

Associazione Grandangolo si presenta

16 nov 2006
Giovanni Lonfernini - Presidente di Grandangolo
Giovanni Lonfernini - Presidente di Grandangolo
Il collante che li ha uniti è la voglia prepotente di cambiamento, il desiderio di una politica svincolata dalle secche in cui si ritrova, di dare vita ad un dibattito aperto, libero ed approfondito, non ingessato come sta accadendo. A meno di un mese dall’annuncio della costituzione, l’associazione "Grandangolo" si appresta ad avviare il progetto nel quale i componenti dichiarano di credere fermamente: portare il confronto ad un livello ben più alto delle beghe di partito che oggi segnano la politica, per raggiungere risultati importanti per il paese. "L’obiettivo, lo ammettono, è ambizioso, ma nessun progetto può oggi essere perseguito se non si adotta un nuovo metodo di confronto, che sappia coniugare le diverse visioni e le diverse attenzioni, che sono il sale della democrazia. Quella uniformità e omogeneizzazione che sono state privilegiate nei partiti negli anni passati non interessano, il dialogo – affermano – si costruisce solo tenendo conto delle ragioni proprie e di quelle degli altri". Il loro è un no deciso ai dogmi, alle verità indiscusse, ai personalismi, ad una politica schiacciata sui numeri piuttosto che sui progetti. "Tutto sta cambiando – evidenziano – e a restare fermi si rischia di essere travolti. L’imperativo è cambiare, rinnovarsi, per andare incontro nella maniera più adeguata alle esigenze della collettività. Siamo trasversali – ci tengono a precisare – non solo quindi ribelli o delusi democristiani, ma espressione di più aeree politiche, di persone impegnate a diverso titolo nella società, che hanno rivestito incarichi pubblici. Gente – spiegano – che vuole il bene del paese e vede proprio nel trasversalismo un punto di forza, una ricchezza importante per uno spazio di dibattito libero e allargato". "Ci ispiriamo - spiega il neo presidente, Giovanni Lonfernini - ai valori che segnano la politica moderna, cioè democrazia, solidarismo e riformismo e intendiamo andare oltre la forma partito, che ha avuto certo meriti in passato, ma che oggi segna decisamente il passo".