Logo San Marino RTV

Bielorussia al voto, plebiscito annunciato per Lukashenko

24 set 2012
Bielorussia al voto, plebiscito annunciato per Lukashenko
Nessun candidato dell'opposizione è stato eletto nella camera bassa del parlamento bielorusso nelle elezioni di ieri: è quanto emerge dall'analisi preliminare della lista dei nuovi deputati, 109 su 110 perché in un distretto dove correva un esponente del partito liberal-democratico (solo formalmente di opposizione) non è stato superato il quorum del 50%. Le elezioni legislative di ieri in Bielorussia sono state boicottate dai cinque principali partiti di opposizione. Ufficialmente ha votato il 74,2 degli aventi diritto,ma per l'opposizione non sarebbe stato superato il 50%.
Serghiei Kaliakin, leader di 'Mondo Giusto'' (uno dei due partiti di opposizione che hanno partecipato al voto) e uno dei coordinatori della campagna "per le elezioni giuste" (promossa da 14 partiti e movimenti pubblici) ha denunciato oggi pressioni e brogli nelle legislative di ieri in Bielorussia. "Hanno fatto aumentare l'affluenza nel modo più brutale (74,2%, ndr). La gente non crede nel sistema elettorale esistente, che si è completamente screditato, e per questo la non va a votare", ha dichiarato alla stampa. A suo avviso l'ultima campagna elettorale si è distinta per il fatto che le autorità si sono rese conto fin dall'inizio di non avere un sostegno da parte della popolazione. "Non si possono definire queste elezioni né come libere né come democratiche né come aperte", ha aggiunto. Kaliakin ha inoltre denunciato le pressioni dei servizi segreti (che qui si chiamano ancora Kgb) sui candidati indipendenti e sui loro famigliari.