Logo San Marino RTV

Caos targhe: il salasso arriva anche dall'assicurazione

25 gen 2019
Targa rsm
Targa rsm
Dopo l’entrata in vigore decreto sicurezza, in tanti hanno fatto i conti di quanto costa re-immatricolare in Italia un’auto con targa estera: circa 500 euro. Come riporta Chiamami Città. Ma i problemi arrivano anche dalla nuova assicurazione.

Infatti non è valida l’assicurazione dello Stato Estero e quella in Italia non usufruisce della cosiddetta legge Bersani, che permette di attivare un’assicurazione su un veicolo (nuovo o usato) di cui si è entrati in possesso, acquisendo la stessa classe di merito di un veicolo di proprietà dell’acquirente (o di un componente del nucleo familiare) già assicurato.

Il rischio, - si legge - è che l’auto con targa San Marino o altro stato estero, parta dalla classe di merito del bonus\malus N.14.

Un deciso aggravio dei costi per chi, per esempio, era in classe 1 e pagava il minimo di assicurazione. Ora si vede la tariffa della Rcauto moltiplicata da 3 a 4 volte rispetto all’importo attuale. Una vettura di 1,4 cc di cilindrata in classe bonus\malus 14 va a pagare dai 1000 ai 1800 euro, secondo le compagnie. Per arrivare alla classe di bonus\malus 1 ci si mettono 13 anni. Un costo di assicurazione enorme.

Ipotesi potrebbe essere quella di modificare la legge e permettere di portarsi dietro la classe di merito dell’assicurazione già in essere sulla targa estera.