Logo San Marino RTV

Cartiera Ciacci, Augusto Michelotti a Rete: “Fatemi vedere come si fa”

8 feb 2020
Cartiera Ciaccia e l'ex segretario Augusto Michelotti (foto archivio)
Cartiera Ciaccia e l'ex segretario Augusto Michelotti (foto archivio)

Augusto Michelotti interviene in merito alla Cartiera Ciacci, con un duro attacco a Rete e alla Giunta di Castello di Acquaviva. L'ex segretario ricorda in particolare le assemblee pubbliche con interventi “agguerriti fino al limite della denuncia”, per chiedere la chiusura dello stabilimento di proprietà della famiglia Rossini.

Bene, adesso – scrive Michelotti - Rete fa le assemblee in loco senza alcun problema avendo una Giunta “amica” e la Capitana di Castello che annuncia pubblicamente che bisogna favorire la convivenza tra la Cartiera Ciacci e la popolazione residente”. Una proposta che, constata ,sembra trovare d'accordo la cittadinanza, ma che nel governo precedente sarebbe stata vista come “un’eresia passibile di linciaggio politico”.

Un cambio di passo che, secondo l'ex segretario, ha mostrato la capacità di Rete di “cavalcare lo scontento e l’irrazionale che viene dalla pancia della gente”, ma che nascondeva il solo obiettivo di mandare a casa il governo precedente, “anche se ciò dovesse costare la rovina del Paese”. Il dito viene puntato in particolare verso il Segretario Elena Tonnini per cui, dopo tre anni passati a chiedere la chiusura, “dovrebbe essere semplicissimo riuscire a mettere i sigilli alla Cartiera e chiudere lo scempio”.

Paragonandosi al saggio che siede sul fiume aspettando “che passi il cadavere del mio nemico”, Michelotti chiede a Rete di intervenire in tempi brevi. “Fatemi vedere come si fa - conclude - fatemi vedere tutte le mie (e non solo mie) incapacità, ma fate presto perché, come dicevate voi, laggiù si continua a inquinare anche se sembra che la gente del posto, ora che sono cambiati i suonatori, non abbia più problemi di convivenza con quello che fino a pochi giorni fa era un mostro da sconfiggere”.

Leggi la lettera integrale di Augusto Michelotti