Logo San Marino RTV

Caso targhe, domani il decreto sicurezza bis discusso in commissione alla Camera

C'è attesa per sapere se saranno inserite le modifiche richieste da San Marino

di Francesca Biliotti
24 giu 2019
Caso targhe, domani il decreto sicurezza bis discusso in commissione alla Camera
Caso targhe, domani il decreto sicurezza bis discusso in commissione alla Camera

In commissione affari costituzionali, domani, approda il decreto sicurezza bis, che scadrà il 13 agosto e dovrà essere inviato anche in Senato per la conversione definitiva in legge: provvedimento atteso anche da San Marino, che spera di vedere inserite le modifiche promesse sulla questione targhe estere. Intanto il governo gialloverde discute sui minibot, titoli di Stato di piccolo taglio, idea lanciata dal leghista Claudio Borghi: il primo a non essere troppo convinto è altro esponente, di spicco, della Lega, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti: “Se si potessero fare li farebbero tutti – ha detto – vi sembrano credibili?” Fino a poco tempo fa pareva apprezzarli, ecco perché Borghi non commenta, e nemmeno Matteo Salvini il quale, dalla spiaggia di Milano Marittima, torna invece a chiedere tagli delle tasse per 15 miliardi, nella manovra di bilancio che vuole entro l'estate, dice, e non come sempre entro fine ottobre. Assicura che i fondi per i 15 miliardi in meno ci sono, ma non spiega dove. Si agita anche Luigi Di Maio, per il quale “ogni volta che si tenta di trovare 10 miliardi a mezzo stampa o a scrivere una manovra di bilancio a mezzo stampa, l'unico risultato è indebolire il governo”. Il capo politico del M5S e vice presidente del Consiglio deve fare anche i conti coi mal di pancia interni: la senatrice Paola Nugnes ha lasciato il gruppo e si è spostata al misto, non senza aver accusato il Movimento di aver “votato norme vergognose”. Non accusa esattamente i 5Stelle infine, ma in ogni caso arriva quella che somiglia proprio a una tirata d'orecchi, nientemeno che dal Papa: ha definito Roma città che “soffre di degrado e abbandono”: e come dargli torto.