Logo San Marino RTV

Caso targhe, nuovo emendamento presentato da M5S e Lega in commissione Trasporti

Richiesta modifica al codice della strada per risolvere il problema di San Marino, Svizzera, Vaticano e Monaco

di Francesca Biliotti
2 lug 2019
Da Roma la corrispondente
Da Roma la corrispondente

Non solo la commissione Affari costituzionali, nel discutere il decreto sicurezza bis, si sta interessando al caso delle targhe estere che riguarda San Marino: anche in commissione Trasporti è stato presentato un emendamento, direttamente dalla maggioranza 5Stelle e Lega, che mira a modificare l'articolo 93 del codice della strada, già pubblicato sul sito della Camera dei Deputati. L'obiettivo è inserire una serie di deroghe al divieto di circolazione con veicoli immatricolati all'estero per chi risiede in Italia da oltre 60 giorni: proprio il caso che interessa San Marino, e non solo, infatti l'emendamento chiede le stesse deroghe anche per Vaticano, Svizzera, e Principato di Monaco, che stanno incontrando le stesse difficoltà della Repubblica, le cui aziende non possono utilizzare personale non sammarinese per guidare i mezzi aziendali, arrecando grave danno a tutto il comparto economico. Questa richiesta di modifica al codice della strada, unita alle rassicurazioni di disponibilità ricevute in queste settimane dall'Ambasciata di San Marino a Roma, che continua a seguire l'iter parlamentare, fanno dunque ben sperare che la situazione possa effettivamente sbloccarsi, di qui alla fine dei lavori parlamentari, anche se sui tempi, per ora, non c'è certezza.