Logo San Marino RTV

Clima: 66 paesi puntano a zero emissioni entro il 2050. Sul Titano incontri, camminate e venerdì sciopero

24 set 2019
Greta Thunberg al vertice ONU (Ansa)
Greta Thunberg al vertice ONU (Ansa)

Sessantasei paesi, 102 città e 93 imprese si sono impegnate a raggiungere zero emissioni entro il 2050. La decisione è stata resa nota dalle Nazioni Unite nel corso del Summit sul Clima a New York.

Presente al summit anche Greta Thunberg. "Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia", ha detto la 16enne attivista svedese. "Ci state deludendo, ma i giovani stanno iniziando a capire il vostro tradimento, gli occhi di tutte le generazioni future sono su di voi, e se sceglierete di fallire non vi perdoneremo mai", ha aggiunto, sottolineando che "il mondo si sta svegliando e il cambiamento sta arrivando, che vi piaccia o no".

Una svolta ambientale viene anche chiesta da Papa Francesco in un videomessaggio. "A 4 anni dallo storico accordo di Parigi - riferisce - si osserva come gli impegni assunti dagli Stati sono ancora molto 'fluidi' e lontani dal raggiungere gli obiettivi fissati". "È necessario chiedersi - aggiunge - se vi sia una reale volontà politica di destinare maggiori risorse umane, finanziarie e tecnologiche per mitigare gli effetti negativi del cambiamento climatico e aiutare le popolazioni più povere e vulnerabili, che sono quelle che ne soffrono maggiormente".

Sul Titano Fridays for the Future San Marino ha organizzato 5 giorni di incontri con esperti e camminate. Per tutta la settimana, a partire dalle 19, il movimento organizzerà degli “Aperitivi con l’esperto” presso il Birrificio Abusivo di Domagnano per approfondire tematiche ambientali. Il primo a tema "biodiversità" si è tenuto ieri sera con Sandro Casali.  Oggi e giovedì a partire dalle 16:30 si terranno invece due camminate ecologiche, per ripulire il territorio dai rifiuti lungo il sentiero della Rupe. Evento clou sarà il Terzo Sciopero Globale per il Futuro di venerdì 27 settembre, con il corteo che partirà alle 9:30 da Piazza Grande a Borgo Maggiore fino a giungere in Centro Storico. Il movimento, nella sua nota, invita a manifestare gli studenti di tutte le scuole, "poiché sono proprio le nuove generazioni che saranno le prime a pagare le conseguenze dei cambiamenti climatici in un futuro non troppo lontano". "Le scelte sostenibili, ecologiche e le azioni a favore della tutela ambientale - prosegue - potrebbero infatti rivelarsi non davvero incisive se non sostenute e difese dallo Stato (anche a livello internazionale)".

La manifestazione sul Titano trova l'appoggio della CSU. "Come movimento sindacale - affermano Giuliano Tamagnini (CSdL) e Gianluca Montanari (CDLS) - siamo al fianco dei giovani e degli studenti che hanno a cuore la salvaguardia dell’ambiente poiché la lotta per un pianeta vivibile e quella per i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori sono strettamente connesse, in quanto il fardello degli sconvolgimenti climatici si abbatte sugli ultimi anelli della piramide sociale: i disoccupati, i giovani, i pensionati, i migranti”.


Anche Fridays for Future Rimini tornerà a manifestare venerdì prossimo, con un corteo da Piazza della Colonnella a Piazza Cavour, partenza alle 9:30.