Logo San Marino RTV

Al Concordia convegno sulla famiglia

27 nov 2004
Al Concordia convegno sulla famiglia
Si parla di famiglia e di come e’ cambiata in questi ultimi tempi. Al teatro Concordia il servizio sociosanitario ha riunito esperti italiani e sammarinesi per offrire spunti di riflessione su un modello in evoluzione e soprattutto alla luce delle modificazioni che si sono venute a creare all’interno della societa’ sammarinese. Sono aumentate le separazioni, sono aumentati i nuclei famigliari formati da una sola persona, in maggioranza donne vedove o uomini separati. Affrontato anche l’universo anziani con le strategie messe in atto dal servizio anziani anche alla luce di una occupazione femminile a San Marino, tra le piu’ alte in Europa. Dalla dirigente del servizio minori i problemi piu’ frequenti riscontrati nei casi seguiti a seguito delle separazioni. Dopo il saluto delle autorità e’ la sociologa della famiglia Paola Donadi a parlare dei nuovi nuclei famigliari che si sono venuti a creare e di come sia importante studiare il conflitto nel rapporto negoziale di una coppia. Tocca poi alla sociologa Mara Valentini illustrare i cambiamenti strutturali e e nuovi stili di vita a San Marino, cioe’ il progressivo invecchiamento della popolazione e l’abbassarsi del numero medio di componenti la famiglia passato in 20 anni da 3,20 a 2,40; il tasso di natalità degli ultimi 5 anni e’ 11,1 per cento; piu’ matrimoni civili anche frutto del maggior numero di separazioni. Cambia anche la famiglia, secondo la psicologa del servizio neuropsichiatrico Luana Stacchini, meno autoritaria e piu’ femminile, perche’ aumentate le responsabilità della donna al suo interno; ma e’ anche una famiglia sempre piu’ adolescenziale. Comunque quella di oggi una struttura in crisi , che ha perso la sua stabilità ed e’ la dirigente del servizio minori Luisa Zavoli a chiamare in causa il ruolo dei genitori, che riversano sui figli troppe attese rendendoli ansiosi. Rina Melandri, dirigente scolastico, presenta il rapporto tra famiglia e scuola, un rapporto di stima e fiducia, ma lancia l’allarme per le situazioni di immaturità presenti negli adulti che rischiano di non garantire la crescita di figli equilibrati. A chiudere la mattinata Aurelia Zafferani, sociologa del servizio anziani, che ha preso in esame le metamorfosi nella struttura famigliare e soprattutto come il servizio sociosanitario abbia risposto nel corso degli anni.