Logo San Marino RTV

Convegno sulla paleontologia sammarinese e romagnola

29 mar 2014
Convegno sulla paleontologia sammarinese e romagnola
Convegno sulla paleontologia sammarinese e romagnola
TORNATA DI PRIMAVERA un convegno sulla paleontologia sammarinese e romagnola in collaborazione con l'Accademia degli Incamminati di Modigliana. In sala SUMS geologi ed esperti parlano della BALENOTTERA DI SAN MARINO oltre al cosiddetto MOSASAURO DI NOVAFELTRIA, maggior rettile fossile trovato in Italia. Fu durante l'estrazione della pietra bianca per Palazzo Pubblico che Luigi Reffi, a fine ottocento, rinvenne lo scheletro della BALENA e il calco del Miocene. Portato l'importante reperto fossile a Bologna per il recupero lì rimase presso il Museo Paleontologico Capellini. Il calco in copia invece tornò anni dopo al museo di Borgo Maggiore. Anche i resti mandibolari e vertebrali ritrovati successivamente furono comprati e portati a Bologna. L'AULOCENTUS SAMMARINENSIS, però, difficilmente potrà essere riportato in Repubblica perchè ormai parte del patrimonio italiano controllato dalla Soprintendenza di Bologna. Gli esperti italiani invece hanno esposto i dati scientifici sul ritrovamento di Secchiano del 2010. Il gigantesco animale del Cretaceo di oltre 11 metri è la scoperta del secolo curata da Federico Fanti dopo il ritrovamento ad opera del cercatore amatoriale Paolo Giordani.

Sentiamo sul fossile sammarinese dell'ottocento ora a Bologna la finzionaria della Sopraintendenza di Bologna Annalisa Pozzi