Logo San Marino RTV

Coronavirus a San Marino: altri due decessi, otto contagi in più rispetto a ieri

Elevate sanzioni - da 500 a 2.000 euro - a chi è stato sorpreso fuori casa senza credibile giustificazione rispetto alle poche e precise eccezioni consentite. Ciavatta: "No alle passeggiate"

15 mar 2020

Altri due decessi a San Marino nelle ultime 24 ore: due donne, una di 60 anni– ospite del Colore del Grano, da qualche giorno ricoverata in Ospedale - e una di 95 anni. Le vittime da coronavirus salgono dunque a 7 in Repubblica. I guariti restano 4 in totale, come ieri. 8 i nuovi casi. Al netto dei decessi i contagi da coronavirus sono complessivamente 98, di cui 63 ricoverati in Ospedale. 11 sono in rianimazione (dove rimangono 4 posti disponibili): hanno sintomi severi e sono tutti maschi. 52 le degenze in isolamento e 35, con sintomi lievi, sono in isolamento a domicilio. 239 le quarantene domiciliari, compresi 18 sanitari. 4 appartengono invece alle forze dell'ordine. 230 le persone che hanno terminato la quarantena. Il direttore dell'authority Rinaldi ha rassicurato sulla capacità di tenuta del sistema sanitario e dell'Ospedale, anche con dati che ogni giorno aumentano. Il Segretario di Stato Ciavatta ha rinnovato l'invito a stare a casa. Niente passeggiate. Già elevate alcune sanzioni a chi ha violato le regole con multe tra i 500 e i 2.000 euro. Nonostante i ripetuti richiami delle autorità e le pesanti sanzioni pecuniarie e penali c'è ancora chi non le rispetta le regole ma la stragrande maggioranza dei sammarinesi si è invece adeguata responsabilmente alle restrizioni per il bene collettivo rinunciando ad uscire di casa, se non per le poche ragioni espressamente previste.

Nel video l'intervista a Gabriele Rinaldi (direttore Authority sanitaria) e a Roberto Ciavatta (Segretario di Stato Sanità)