Logo San Marino RTV

Coronavirus a San Marino: due nuovi decessi. Rinaldi: "tutto il Paese sarà sottoposto a screening"

7 apr 2020
Gabriele RinaldiSentiamo Gabriele Rinaldi
Sentiamo Gabriele Rinaldi

Il gruppo di coordinamento per le emergenze sanitarie aggiorna sull'andamento del contagio del Covid-19 a San Marino. Presenti il dirigente dell'Authority Sanitaria Gabriele Rinaldi in rappresentanza del Gruppo di coordinamento per le emergenze per illustrare l'andamento dell'infezione, il Direttore della Salute Mentale ISS Francesco Berti e il Direttore del Servizio Minori William Giardi.

Ci sono stati due nuovi decessi nelle ultime 24 ore. I pazienti avevano 93 e 88 anni. Salgono così a 34 le morti totali. Due nuovi positivi sui sei tamponi refertati. 44 i ricoverati (4 in meno rispetto a ieri), di cui 14 in rianimazione e 30 in area di degenza. 161 le persone seguite a domicilio. Due le dimissioni (48 totali). Le quarantene attive 388 (7 relative alle forze dell'ordine e 28 al personale sanitario). 23 tamponi in attesa di risposta. Da oggi il laboratorio analisi dell'ospedale è in grado di fornire la determinazione degli antigeni sui tamponi. Un esame che darà una risposta in circa un'ora.

Con i test più rapidi Rinaldi annuncia che si cambierà ancora una volta la strategia, che porterà ad un "salto di qualità notevole" e a controlli mirati a tutti i soggetti entrati in contatto con i pazienti colpiti dal coronavirus."Tutto il paese sarà sottoposto a screening", annuncia, "nessuno sarà escluso dalla diagnostica". Questo tipo di test sarà offerto a tutti i cittadini in maniera gratuita. Sulle mascherine Rinaldi chiarisce che San Marino si atterrà in linea rigorosa alle linee che stabilirà l'OMS, da cui si attende un aggiornamento giovedì prossimo. 

Il Dottor Berti specifica che dal 9 marzo è stata garantita l'attività del Salute Mentale, anche con videochiamate e supporto informatico. I pazienti attivi hanno avuto una buona capacità di tenuta. Si sono riscontrati solo due casi impegnativi che hanno portato ad un ricovero. Attivato un servizio di consulenza telefonica specifica di tipo psicologico, pensato per coprire orari più ampi rispetto al servizio ordinario, anche fuori dall'orario di lavoro. Le psicologhe del servizio sono contattabili allo 0549 994593 e 0549994650 negli orari d'ufficio e al 3316872612 fuori dall'orario di lavoro. Tutte le psicoterapie in essere continuano a essere gestite, così come i disturbi del comportamento alimentare che in questa fase sono fra gli ambiti che hanno rivelato maggiori criticità. 280 gli interventi effettuati dal servizio Salute Mentale nel corso del mese di marzo, di cui il 21% rivolte a persone legate a sofferenza emotiva per il covid-19. Fra gli assistenti sociali il 30% degli interventi effettuati nel mese sono stati rivolti a questi soggetti. 20 i pazienti che si sono rivolti alle infermiere per ricevere un supporto. 

William Giardi riferisce che al Servizio Minori sono venute a mancare le attività di contatto diretto con i minorenni, rendendo necessaria una riduzione dell'orario di lavoro. Per i servizi di urgenza rimane attivo il contatto con le comunità del territorio. Si è cercato di mantenere il contatto in maniera proattiva nelle famiglie con le situazioni più particolari. "I bambini hanno perso i loro punti di riferimento, non solo amicali ma anche educativi" dichiara, una situazione che diventa più critica alla luce delle disabilità. L'assistenza viene fornita comunque in maniera telematica. Dal servizio minori diversi hanno prestato la loro opera in altre unità operative della sanità del Titano. Non si hanno al momento segnalazioni di abusi domestici sul Titano. 

Vai al comunicato Gruppo di Coordinamento

Sentiamo il Dirigente Authority Gabriele Rinaldi