Logo San Marino RTV

Coronavirus: controlli serrati ai confini del Titano, dopo l'ulteriore stretta decisa da San Marino e Italia

Chiusi gli accessi secondari. Agevolato, comunque, il transito in ingresso ed uscita di tutto il personale sanitario. Scaricabile, sul nostro sito, il modulo di autocertificazione in uso alle Forze di Polizia sammarinesi

23 mar 2020
Controlli delle forze dell'ordine
Controlli delle forze dell'ordine

La novità è che le verifiche stanno interessando tutti i mezzi – nessuno escluso – in entrata od uscita dalla Repubblica. Un parziale “lockdown” che proseguirà fino al termine della fase emergenziale, e favorito dalla recente decisione del Congresso di Stato, che – in accordo con la Prefettura della Regione Emilia-Romagna ed i sindaci dei Comuni limitrofi – ha disposto la chiusura degli accessi secondari al Titano. Transitabili unicamente i varchi principali di Dogana, Gualdicciolo, Faetano, Cerbaiola e Chiesanuova: presidiati da Gendarmeria, Polizia Civile e Guardia di Rocca, con l'ausilio dei Corpi Militari volontari. Inevitabile qualche rallentamento e disagio, specie per i lavoratori frontalieri; che avrebbero comunque accolto di buon grado qualche minuto d'attesa, consapevoli della gravità della situazione. Veri e propri checkpoint, quelli allestiti dagli agenti; che – muniti di guanti e mascherine - hanno fermato ogni singola vettura, per accertare che lo spostamento fosse consentito. Nel frattempo, dal Governo, è arrivato il via libera al modulo di autocertificazione, già utilizzato – sulla scorta di quanto avviene in Italia - dai 3 Corpi di Polizia sammarinesi. Modulo scaricabile anche dal sito della nostra emittente, e da non confondere con quello da presentare al datore di lavoro. In questo caso occorre dichiarare sotto la propria responsabilità di essere a conoscenza delle misure contro il covid-19, di non essere sottoposti a quarantena, e così via. Ma soprattutto che lo spostamento è determinato da esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute o il rientro nella propria abitazione. L'autocertificazione, che viene ritirata dagli agenti al termine del controllo, può essere consegnata già precompilata, tranne che nella parte relativa alla data, l'ora, e il luogo della verifica. In alternativa le forze di Polizia – a loro discrezione - possono procedere all'identificazione, tramite l'esibizione di un documento di riconoscimento. Per accelerare le verifiche, comunque, è bene viaggiare con un certificato che attesti la propria posizione lavorativa in un'azienda del territorio. Questa mattina – a quanto pare – qualche automobilista non è potuto entrare in Repubblica, poiché privo della necessaria documentazione; e non sarebbero mancate denunce. Trasgredire le norme per il contenimento dell'epidemia, infatti, è bene ricordarlo, ha conseguenze di carattere penale.

Scarica il modulo di autocertificazione