Logo San Marino RTV

Coronavirus, il governo precisa: "Solo un caso positivo a San Marino"

A San Marino c'è un solo caso di positività al coronavirus e non due. Le autorità hanno precisato che il dato fornito ieri si riferiva al primo tampone eseguito sul soggetto, mentre il secondo tampone ha dato esito negativo.

29 feb 2020

Su 19 tamponi effettuati a San Marino solo uno è risultato positivo. È l'88enne ricoverato nel reparto infettivi dell'Ospedale Infermi di Rimini dal 25 febbraio: “E' una persona – dichiara il Direttore Sanitario Mara Morini – che ha una certa età e alcune patologie di croniche. Le condizioni sono stazionarie ma sufficientemente critiche”. Il sammarinese 81enne che – stando alle notizie diffuse dalle autorità - era risultato positivo al primo tampone e negativo al secondo, è invece stato dimesso dal Reparto Infettivi dell'Ospedale Infermi ed è tornato a casa a San Marino. 12, quindi, in totale i tamponi che hanno dato esito negativo, mentre si attendono i risultati di altri sei tamponi eseguiti a cittadini o residenti a San Marino. “In questo momento – afferma il Segretario di Stato alla Sanità Roberto Ciavatta – i tempi si sono dilatati fino a 24 ore, per la risposta ad un solo test. Ci auguriamo che riescano ad entrare in un meccanismo un più prestante le due strutture di Pieve Sistina e Bologna in modo da garantirci risposte più ravvicinate”.

Rispetto a ieri otto in più le persone in quarantena che quindi attualmente sono 29. Oltre ai posti letto già riservati in alcuni reparti ospedalieri, da oggi sono disponibili sei nuove stanze, allestite in un’area decentrata dell’Ospedale di Stato, che sono dedicate ai casi sospetti in attesa di conferma delle indagini diagnostiche. Non ancora chiara l'origine del contagio del finora unico sammarinese positivo al coronavirus: “Gli accertamenti sono in corso – precisa Ciavatta -. Abbiamo delle ipotesi sul campo che la Gendarmeria sta seguendo”. Resta valida l'indicazione che in caso di disturbi respiratori, accompagnati o non da febbre, è necessario contattare telefonicamente il proprio medico curante oppure la Guardia Medica e va assolutamente evitato di recarsi al Pronto Soccorso o ai Centri Salute. Per informazioni si può contattare il numero 0549 994001 - tutti i giorni dalle 8 alle 18 - oppure la Centrale Operativa Interforze allo 0549 888888, per eventuali segnalazioni.