Logo San Marino RTV

Crac Aeradria, tre le parti civili ammesse nel procedimento

10 giu 2016
Aeradria
Aeradria
Sono tre le parti civili ammesse nel procedimento per il crac Aeradria, la società che ha gestito l'aeroporto "Federico Fellini" di Rimini fino al fallimento nel 2013: le due curatele fallimentari, di Aeradria e della società collegata Rdr e il Comune di Riccione, costituito solo nei confronti dell'ex sindaco, Massimo Pironi. La decisione è arrivata in mattinata al termine dell'udienza davanti al gup Vinicio Cantarini, che ha respinto le eccezioni dei difensori dei 19 per cui la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per il fallimento della società, oltre che per truffa sulle erogazioni pubbliche e associazione per delinquere, contestata a nove imputati, fra cui nomi illustri della politica riminese come il sindaco Andrea Gnassi e gli ex presidenti della provincia Nando Fabbri e Stefano Vitali.
Ci sono anche esponenti storici dell'imprenditoria locale come Manlio Maggioli e Lorenzo Cagnoni. L'udienza è stata rinviata al 14 e 16 settembre, quando si discuteranno i rinvii a giudizio.