Logo San Marino RTV

Criticità in cardiologia, il PDCS chiede di intervenire subito

di Monica Fabbri
27 giu 2019
PDCS, foto repertorio
PDCS, foto repertorio

Il PDCS torna sulle criticità del reparto di cardiologia chiedendo interventi immediati. I problemi segnalati l'anno scorso non sono stati superati, anzi, la situazione è degenerata, scrivono in una lettera i medici del pronto soccorso, costretti a gestire fine settimana e notturni senza l’appoggio dei cardiologi specialisti e dovendo coordinarsi, nei casi di emergenza, con Rimini. Anticipano quindi la richiesta di aspettativa o trasferimento entro il mese di giugno.

Il PDCS si sofferma sui rischi per i pazienti trasferiti fuori territorio con conseguente ritardo dei tempi di intervento. L’assurdità – rileva il partito - sta nel fatto che il nostro ospedale dispone di ben 8 cardiologi specializzati, tra cui alcuni di essi a convenzione, una grandissima risorsa se gestiti adeguatamente, e sembra inconcepibile e ingiustificabile che questi siano gli unici medici di tutto l’ospedale a non essere in turno per le reperibilità nei fine settimana e nei servizi notturni. Il PDCS coglie con favore l’invito rivolto da Difendiamo San Marino ad una riflessione ampia che coinvolga tutti gli attori interessati, al fine di trovare insieme soluzioni comuni e funzionali a tutela di un sistema sanitario efficiente ed adeguato.