Logo San Marino RTV

La Csu vuole chiarezza sul progetto fibra

21 dic 2017
Sede CSU
Sede CSU
Sono ancora molto forti le perplessità sui piani tariffari, la verifica dei prezzi all’utenza e sulle strategie gestionali del progetto fibra a San Marino.  Lo scrivono i segretari federindustria della CSU dopo un doppio incontro prima con i Segretari di Stato al Lavoro e all’Innovazione Tecnologica e poi con il Cda dell’Azienda Servizi. Perplessità e preoccupazioni che si uniscono a quelle dei dipendenti della TIMS. “L’incontro con il Consiglio di Amministrazione dell’AASS - spiegano Merlini e Felici- non ha risolto i dubbi su questo progetto dai costi plurimilionari. Il Cda si è infatti limitato a confermare il piano tariffario ma non il nodo della differenza tra i 7 euro di canone della fibra spenta e gli 8 euro della fibra accesa. Un differenziale che, rimarca la Csu, non sarebbe sufficiente  a coprire i costi. I dubbi si estendono anche ai prezzi diretti a cittadini e imprese. Nel settore telecomunicazioni manca un authority e un quadro di regole trasparenti

Clicca qui per leggere il comunicato stampa.