Logo San Marino RTV

Dormire troppo o troppo poco fa male. Lo dimostra uno studio italo-britannico

7 mag 2010
Dormire troppo o troppo poco fa male. Lo dimostra uno studio italo-britannicoDormire troppo o troppo poco fa male. Lo dimostra uno studio italo-britannico
Dormire troppo o troppo poco fa male. Lo dimostra uno studio italo-britannico
Per quelli che, divisi tra mille impegni, finiscono sempre per dormire poco, per chi soffre di insonnia cronica ma anche per quei fortunati, almeno così si credeva finora, che dormono nove ore o più a notte, l'avvertimento è unico: fate attenzione. Dormire poco, vale a dire meno di 6 ore, aumenta il rischio di morte precoce del 12%. Ma anche dormire troppo, ovvero più di 9 ore a notte, sembra pericoloso: è legato infatti a una maggiore frequenza di malattie. Per star tranquilli e in salute, così ha scoperto un team italo-britannico, l'ideale è dormire dalle 6 alle 8 ore per notte, né più né meno. Moltissimi studi dimostrano che dormire è un toccasana per la salute. Secondo l’ultima ricerca giapponese dormire meno di 7 ore e mezzo a notte aumenta il rischio di malattie cardiovascolari. Altri studi indicano che dormire poco riduce memoria e performance cognitive. Addirittura un’altra ricerca ha evidenziato che il poco sonno restringe il cervello riducendo il numero di neuroni in un'area strategica per apprendimento e memoria, l'ippocampo. Il buon senso porta a credere che chi dorme meno di 6 ore a notte non lo faccia apposta. Per gli altri: chi ce l’ha ormai il tempo di dormire per più di 9 ore?

Sonia Tura