Logo San Marino RTV

L'eredità del maltempo: frane nel circondario

7 mar 2011
L'eredità del maltempo: frane nel circondario
L'eredità del maltempo: frane nel circondario
Sarà pure un sole ghiacciato, sarà pure un’aria molto poco marzolina ma tutto fa e tutto serve a sedare gli ultimi colpi di tosse di un inverno davvero duro a morire. Situazione sotto controllo a San Marino dove i tecnici seguono con attenzione il solo movimento franoso che incombe sul Lago di Faetano. Fuori il sole, fuori anche i conti perché questo inizio di marzo così calamitoso ci costerà un bel po’. Dai monti al mare. Al momento è segnalata una sola situazione critica e riguarda il comune di Borghi. La piccola frazione di Masrola è minacciata da uno smottamento accelerato dallo scioglimento della neve. La carreggiata è stata liberata ma l’evoluzione è tenuta sotto stretta osservazione. Come nella vicina Monteleone dove alcune famiglie sono tutt’ora isolate. Si torna a circolare anche a Montescudo sulla Provinciale 18, liberata dai detriti di una frana grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco. Sommozzatori, Protezione Civile e gru al lavoro a Bellaria per recuperare le 4 barche affondate sul Porto Canale. Il Sindaco di Cesenatico Panzavolta ha inoltrato al Presidente della Regione Errani la richiesta di Stato di Emergenza Locale. Anche Cervia prepara una relazione sui danni riscontrati, con particolare riferimento ai molti pini spezzati da neve e vento forte e all’erosione dell’arenile accentuata dalle mareggiate degli ultimi giorni. Anche Rimini fa la conta tra spiaggia e viali.

r.c.