Logo San Marino RTV

Eurovision 2018, vince Israele: la canzone regina d'Europa è "Toy"

13 mag 2018
NettaEurovision 2018, vince Israele: la canzone regina d'Europa è "Toy"
Eurovision 2018, vince Israele: la canzone regina d'Europa è "Toy" - Il brano di Netta, 25 anni, è piaciuto a giurie e pubblico. Bene anche l'Italia, è quinta e terza al...
L'Eurovision 2018 incorona vincitore Israele, al termine di una votazione molto incerta fino all'ultimo. Anche l'Italia porta a casa un ottimo quinto posto, ed è terza al televoto.

E alla fine Israele, con la coloratissima e divertente Netta, vince e stravince: non solo votata dalle giurie di qualità, anche quella di San Marino le ha dato 12 punti ed è il terzo anno consecutivo che da' il punteggio massimo al vincitore, ma anche al televoto. Un televoto che ha premiato anche l'Italia, che termina quinta, dopo essere stata praticamente ignorata dalle giurie.
Per metà votazioni è stata gara a tre, tra Israele, Austriae Cipro; poi era subentrata anche la Svezia di prepotenza.
Grande incertezza fino al televoto, quando è stato chiaro che Israele avesse preso il punteggio tra i più alti.
Netta, 25 anni, ha vinto il reality music show Rising Star per arrivare all'Eurovision. Israele ha debuttato nel 73 ed è stato il primo non europeo ad ottenere il permesso di partecipare alla gara. La prima vittoria risale al 1978, a Parigi, per poi replicare subito l'anno dopo. Questa è la sua quarta vittoria.
Si conclude così la 63esima edizione ospitata, per la prima volta nella storia della competizione, dal Portogallo, che sin dall'inizio aveva promesso un'edizione low cost, la più economica di sempre. I conti si faranno alla fine, certo, ma l'impressione è che su parecchie cose, si sia in effetti risparmiato. La sala stampa, ad esempio, non era tappezzata di maxischermi come al solito. Non sulla sicurezza: l'intera area di Oriente, che ospitava l'Altice Arena, il press centre e la delegation bubble, era transennata e disseminata di addetti alla security. Lisbona però, ha fatto la differenza: la capitale portoghese, con la sua incredibile luce, è una delle più belle d'Europa.
Un'edizione dove non sono mancate sorprese, basti pensare alla eliminazione di Paesi che mai avevano mancato una finale, come Azerbaijan, Romania e Russia, e dove nulla sembrava poter essere dato per scontato.
San Marino si è presentato con un progetto originale nel suo concepimento, un talent show internazionale che ha incoronato vincitrici la maltese Jessika e la tedesca Jenifer, salite sul palco con alcuni robottini divenuti presto i beniamini di fans e giornalisti. Nonostante la finale mancata, la delegazione sammarinese non può rimproverarsi nulla. Ed è questo lo spirito giusto all'Eurovision.

Francesca Biliotti