Logo San Marino RTV

Filmati due lupacchiotti a Maiano e un esemplare adulto a Fonte dell'Ovo con la preda in bocca

"Non sono pericolosi per le persone" commenta il biologo Sandro Casali. L'ultimo caso alla rotonda ex-Agip di Borgo Maggiore. Alcuni video inediti di pochi giorni fa.

di Luca Salvatori
7 ott 2020
Un frammento dei filmatiSentiamo Sandro Casali
Sentiamo Sandro Casali

Negli ultimi giorni, almeno tre avvistamenti di lupi, o presunti lupi, a San Marino, filmati con lo smartphone. “Nessun pericolo per le persone” assicura Sandro Casali, biologo, responsabile del Centro Naturalistico. L'ultimo avvistamento, finito sulla bacheca Facebook di tanti sammarinesi, alla rotonda ex-Agip di Borgo Maggiore.

Probabile che sia veramente un lupo secondo il Biologo Casali che tuttavia non esclude la possibilità di un “cane lupo cecoslovacco” sfuggito al padrone. Pochi giorni prima nella zona di Maiano filmati, sempre con lo smartphone, due giovani lupacchiotti. “A San Marino – osserva Sandro Casali – ci sono almeno due nuclei famigliari di lupi, di cinque o sei individui ciascuno”. Se non c'è alcun pericolo per le persone, discorso diverso per gli animali domestici:  c'è da stare attenti. Almeno una ventina sul Titano negli ultimi anni gli attacchi a capre o pecore incustodite. Diversi gli avvistamenti anche a Fonte dell'Ovo.

Nel filmato, di circa 10 giorni fa, il lupo ha un brandello di preda in bocca. “È un ottimo aiutante a costo zero – commenta Casali – per il contenimento dei cinghiali in sovrannumero, responsabili di ingenti danni all'agricoltura e non solo”.