Logo San Marino RTV

Frane: ancora una decina quelle aperte

20 mag 2010
Frane: ancora una decina quelle aperte
Frane: ancora una decina quelle aperte
Liberata Strada Genga del Salto verso Cà Chiavello. La viabilità è stata ripristinata. Era stata interrotta da sabato scorso per la frana di Maiano. Un inverno nevoso e una primavera dalle pioggie straordinarie hanno acuito l’emergenza frane a San Marino. Solo pochi giorni fa un nuovo dissesto sulla Sottomontana, dove il movimento di un pezzo di roccia ha distrutto il paramasso contenitivo. E sono ancora una decina le situazioni che richiedono interventi di ripristino: nessun pericolo per la viabilità, nessuna abitazione minacciata o da presidiare - dopo la messa in sicurezza dello smottamento di strada dell’Olmeda a Chiesanuova. Ma ci sono ancora frane aperte: consistente quella alla Quarta Gualdaria a San Giovanni, poi a Strada Casampino ai Laghi, strada Greppo del Cerreto a Fontevecchia, strada Monte San Lorenzo a Montegiardino; Strada del Sabattino a Cà Chiavello. L’ufficio progettazione stila l’elenco e calcola l’entità degli interventi, tutti fra i 10 e i 50mila euro. Cifre considerevoli, ma nulla rispetto a quanto necessario per il ripristino della frana di Borgo, fra via Piana e via Scarito, ora transitabile solo in salita: 450mila euro a bilancio. E lunghi i tempi: lavori in corso, almeno per tutta l’estate.

Annamaria Sirotti