Logo San Marino RTV

Freddo polare colpisce il Titano

6 feb 2006
Freddo polare colpisce il Titano
Questa volta la tradizione popolare è stata smentita. Gli ultimi tre giorni di gennaio, i cosiddetti 'giorni della merla' perché si vuole che coincidano con il periodo più freddo dell’inverno, in realtà ci hanno dato una illusione di primavera, con sole splendente e soprattutto con temperature gradevoli. Febbraio invece ci sta regalando giorni di freddo polare con aria siberiana proveniente dalla Russia. Temperature in picchiata anche di 5 gradi. Domani splenderà il sole, ma nelle prime ore del mattino la colonnina di mercurio scenderà anche di 6 gradi sotto lo zero. Non è prevista neve sul Titano, nonostante l'allerta meteo emessa dalla protezione civile. Le temperature diminuiranno sensibilmente un pò in tutto la penisola, ma il calo risulterà più marcato sulle zone adriatiche. Il freddo si articolerà in due fasi: un primo nucleo di aria siberiana, una propaggine di quella che ha messo in ginocchio la Russia, toccherà, tra oggi e domani la Repubblica. Mercoledì ci sarà una tregua, ma già da giovedì torneranno le piogge con una nuova perturbazione che colpirà inizialmente anche la Romagna, a causa dei forti venti di Libeccio che precedono un secondo nucleo di aria molto fredda.