Logo San Marino RTV

La Ge.fin replica alle accuse della Guardia di Finanza di Verona

26 giu 2009
In merito alle notizie pubblicate stamane (26 giugno 2009) con riferimento all’indagine della Guardia di Finanza di Verona relative all’asserita sottrazione al fisco italiano di ingenti somme, GE.FIN S.A. emana il seguente comunicato.
Ge.Fin. s.a. ha appreso con stupore e sconcerto le notizie riportate dagli organi di informazione italiani, notizie relative a fatti assai risalenti nel tempo, e comunque – per quanto riguarda Ge.Fin. s.a. – non rispondenti a verità e gravemente lesive del buon nome della Società.
Si premette innanzitutto, per precisione e corretto inquadramento dei fatti, che, a quanto risulta, tali fatti si riferiscono al 2003.
A tali fatti GE.FIN. S.A. si è già dichiarata e si dichiara completamente estranea, e segnatamente:

•non è rispondente al vero che GE.FIN. S.A. si sia mai avvalsa direttamente o indirettamente, in proprio o tramite terzi, di uno “sportello bancario occulto”; chiunque abbia millantato tale attività, ha compiuto affermazioni del tutto infondate, che vedono Ge.Fin. s.a. come parte lesa. Ge.Fin. s.a. agirà, pertanto, nelle sedi competenti per ottenere la tutela dei propri diritti nei confronti di soggetti che millantino tali attività per conto della Società.

•GE.FIN. S.A. opera nel pieno rispetto delle norme vigenti, sotto la stretta vigilanza della Banca Centrale della Repubblica di San Marino e degli altri organi istituzionali a ciò deputati.

•Ge.Fin. s.a. non svolge, né ha mai svolto, alcuna attività finanziaria abusiva, né è in alcun modo partecipe di eventuali condotte illecite poste in essere da istituti bancari o finanziari italiani, ovvero da altri soggetti operanti in Italia. Se illiceità vi sono state, esse non riguardano in alcun modo l’attività di Ge.Fin. s.a., o comunque vedono Ge.Fin. s.a. come parte lesa.