Logo San Marino RTV

Giorno della memoria: celebrazioni in tutta Italia, per non dimenticare

27 gen 2014
Giorno della memoria: celebrazioni in tutta Italia, per non dimenticareGiorno della memoria: celebrazioni in tutta Italia, per non dimenticare
Giorno della memoria: celebrazioni in tutta Italia, per non dimenticare - Il giorno della memoria celebrato da San Marino a Rimini, fino a Roma. Perché non accada più..
Il giorno della memoria celebrato da San Marino a Rimini, fino a Roma. Perché non accada più. Il valore delle testimonianze e del ricordo affidato alle nuove generazioni, perché non accada più
La memoria perché non accada più affidata alle nuove generazioni, l'Olocausto nelle scuole, nella V liceo Scientifico in un percorso didattico che culmina a teatro. Da Primo Levi, nella rappresentazione del film di Rosi “La Tregua”, ma soprattutto in quello che del testo testimonianza forse più crudo sulla Shoa è rimasto nei cuori sdi giovani studenti: dopo la lettura di “Se questo è un uomo” sempre di Primo Levi: riflessioni su estratti e brani letti, accompagnati in musica dai givani dell'istituto musicale sammarinese, anche un video tratto da quel testamento di sofferenza e libertà. Hanno al petto una stella gialla a sei punte, segno più evidente della discriminazione cieca, dell'ideologia razziale nazista.
In Italia la giornata della memoria è macchiata da insulti e minacce alla sinagoga di Roma e l'ira di Napolitano: “Una miserabile provocazione” nell'invito a reagire all'istigazione all'odio razziale, ad ogni insorgenza di antisemitismo, opponendo al negazionismo “cultura e istruzione”.
Ancora, la scuola protagonista a Rimini, e sono i bambini delle elementari del “Toti” a prendere parte attiva alla cerimonia con le autorità riminesi il sindaco Andrea Gnassi e il prefetto Claudio Palomba – e le associazioni ex-militanti internati, combattenti e d'arma. Con parole e poesie ricordano la Shoa ebraica, ma anche le persecuzioni ai deportati militari e politici italiani.
Nel luogo simbolico, il parco “Caduti nei Lager 43-45”, la consegna della medaglia d'onore ai familiari di Guido Celli, militare internato nel lager di … e destinato ai lavori forzati. Nelle parole del figlio il grazie anche a San Marino,
per l'accoglienza data alla madre, sfollata, nelle gallerie d'Acquaviva durante l'assenza del padre deportato.

A.S.