Logo San Marino RTV

Giunta e Capitano di Borgo lanciano l'allarme ambiente a San Giovanni

8 mar 2019
Allarme ambiente a San GiovanniGiunta e Capitano di Borgo lanciano l'allarme ambiente a San Giovanni
Giunta e Capitano di Borgo lanciano l'allarme ambiente a San Giovanni - Dal centro rifiuti fuoriesce liquame maleodorante e finisce nei campi In video l'intervista al <stro...
C'è un grave problema ambientale, a San Giovanni, in prossimità del Centro Multiraccolta dei rifiuti dell'azienda dei Servizi. A segnalarlo il Capitano di Castello di Borgo Maggiore che denuncia pubblicamente anche l'inerzia degli organismi dell'Iss deputati ai controlli

Dal Centro Multiraccolta dei rifiuti di San Giovanni le acque meteoriche e quelle risultanti dall'attività finiscono nell'ambiente naturale circostante anche in fondi privati vicini dove c'è un uliveto. Su sollecitazione di alcuni abitanti di San Giovanni il Capitano di Castello di Borgo Maggiore Federico Cavalli - col sostegno della Giunta - ha avviato da circa un anno una serie di iniziative volte a rimuovere le criticità degli sversamenti che si sommano a quelle preesistenti e cioè la presenza di ratti e topi che si avvicinano alle case.
Il Dipartimento Prevenzione ha già multato l'Azienda dei Servizi perché dai controlli sollecitati proprio dalla Giunta del liquame che fuoriesce dal Centro Multiraccolta è emerso che i valori della materia organica sono fuori norma. La Giunta e il Capitano di Borgo Maggiore Cavalli lamentano tuttavia ritardi nei controlli, la mancata consegna degli esiti e la mancata sistemazione del piazzale per evitare la dispersione nell'ambiente del percolato. Un degrado, che il Capitano Cavalli ha fatto presente a dirigenti e responsabili politici dell'Azienda dei Servizi ed anche all'Iss e agli organi preposti ai controlli, ma ad oggi ciò che è stato fatto non ha risolto le criticità e – dice – “per fortuna è piovuto poco altrimenti sarebbe anche peggio”, considerando che il liquame ha indotto anche uno smottamento.

In video l'intervista al Capitano di Castello di Borgo Maggiore Federico Cavalli

l.s.

Dal Centro Multiraccolta dei rifiuti di San Giovanni le acque meteoriche e quelle risultanti dall'attività finiscono nell'ambiente naturale circostante anche in fondi privati vicini dove c'è un uliveto. Su sollecitazione di alcuni abitanti di San Giovanni il Capitano di Castello di Borgo Maggiore Federico Cavalli - col sostegno della Giunta - ha avviato da circa un anno una serie di iniziative volte a rimuovere le criticità degli sversamenti 
con una nota congiunta, è arrivata la replica dell'Azienda e dell'Iss. L'Aass fa sapere di avere affidato a un professionista lo studio di fattibilità per il collegamento alla rete fognaria pubblica dell'area di San Giovanni e di essere comunque intervenuta per alcune attività di manutenzione alla rete fognaria del terzo piazzale. L'Iss invece rassicura sulla "non pericolosità delle sostanze riscontrate". Tuttavia, precisa, era emersa una presenza superiore ai parametri di legge, della componente organica. Di qui le sanzioni. La nota rassicura "sugli interventi che saranno messi in campo per una piena risoluzione delle problematiche".