Logo San Marino RTV

Guardie Zoofile: cuccioli, attenzione alle truffe su web

Nel periodo natalizio i rischi aumentano

11 dic 2019

Sono ormai diverse migliaia, rivela una nota delle Guardie Zoofile del nucleo di Polizia Giudiziaria di Rimini, le persone colpite dalla truffa on line, e il periodo natalizio è il più favorevole per fare leva sulla buona fede di ignari appassionati di animali, specialmente di cani e gatti, che si fanno intenerire da storie strappa lacrime. La truffa, spigano le Guardie, è molto semplice, e forse per questo così efficace, e i maggiori social network sono un’ottima cassa di risonanza. Gli annunci, corredati di immagini di animali bellissimi, del quale il web è pieno, pubblicizzano fantomatici cani (o gatti) in regalo, ovviamente di razza, i quali si trovano all’estero e in cerca di nuovi proprietari. Le motivazioni di tanta generosità sono le più disparate: l’attuale proprietario non se può più occupare poiché in difficoltà economica, oppure in qualche caso si parla dell’improvviso decesso del padrone, in altri è gravemente malato, ecc e si chiede così una cifra modesta, non per l’acquisto, ma per il biglietto aereo. La seconda richiesta, più sostanziosa, viene fatta poiché il cane è stato bloccato in aeroporto e per concludere l’iter servono altri soldi, che l’adottante, arrivato a questo punto, spenderà poiché oramai convinto che da lì a poco tempo entrerà in possesso del cucciolo. 

I truffatori arrivano ad inviare false documentazioni attestanti la regolarità delle vaccinazioni, l’età, il sesso e la razza dell’animale. In alcuni casi la truffa parte da pseudo associazioni, in altri da singoli individui, ma non è da escludere che si tratti di vere e proprio organizzazioni che vedono negli animali un business estremamente fiorente.
 “A Rimini – fanno notare le Guardie - è capitato, ad esempio, che la truffatrice abbia inviato anche il documento d’identità e la prenotazione del volo, entrambi presumibilmente falsi, per far cadere le ultime perplessità all’ingenuo adottante. Ovviamente abbiamo sconsigliato la persona, che ci ha contattato preventivamente, di inviare la cifra richiesta che ammontava a circa 200 euro”.
 Inutile dire che quando ci si presenta in aeroporto ad attendere l’animale non ci sia, purtroppo, nessuno a consegnarlo. Meglio diffidare di annunci nei quali si cedono cani o gatti a basso costo, quando non sono offerti “gratuitamente”. 

“Anche se non è il nostro compito principale-continuano le Guardie - siamo sempre stati disponibili a fornire indicazioni e consigli in merito agli annunci on line. In caso di necessità il numero da contattare è il seguente: 3703131006, oppure via mail: segreteria@guardie-ecozoofile.it


Foto Gallery