Logo San Marino RTV

Haker russi: Obama espelle 35 agenti dell'intelligence di Mosca

30 dic 2016
Putin e Obama
Putin e Obama
Dopo i presunti hackeraggi russi sul voto Usa, Obama espelle 35 persone definite "agenti dell'intelligence" di Mosca. Il Cremlino minaccia ritorsioni e intanto chiude una scuola angloamericana moscovita. La Casa Bianca afferma di temere ora
interferenze russe anche sulle elezioni in Europa. Trump afferma di voler incontrare l'intelligence e liquida la faccenda invitando a passare a "cose migliori e più grandi". Le autorita' russe come prima reazione alle sanzioni Usa chiudono la scuola anglo-americana di Mosca (frequentata anche da bambini del personale d'ambasciata britannico e canadese, ma anche da ragazzi di altre nazionalita') E l'accesso alla residenza di vacanza dell'ambasciata Usa a Serebryany Bor, vicino a Mosca.