Logo San Marino RTV

I pericoli della disinformazione: presentato il convegno del 10 maggio

Prima conferenza sul contrasto alle fake-news e la salvaguardia della salute nell'era della post-verità, voluta da segreteria agli Esteri e all'Informazione. Si terrà al Titano, in occasione della giornata per la libertà di stampa

di Annamaria Sirotti
2 mag 2019
la presentazione al BegniI pericoli della disinformazione: presentato il convegno del 10 maggio
I pericoli della disinformazione: presentato il convegno del 10 maggio

Fake news: fenomeno strettamente connesso al valore della democrazia e al suo esercizio. Strumento di influenza dell'opinione pubblica, creando dissenso o consenso su basi false e propagate ad arte. Il ruolo del giornalista e i requisiti di chi esercita la professione in maniera corretta quale antidoto alla disinformazione. Nelle parole del segretario Nicola Renzi il motivo della scelta del tema della conferenza. Sullo sfondo, un tavolo multisettoriale al lavoro da mesi per definirne i contenuti, con l'obiettivo di fare di San Marino un osservatorio permanente sul fenomeno. Ospiti di rilievo, a partire dai messaggi dei segretari generali dell'ONU, Guterrez, e del Consiglio D'Europa, Jagland, dell'OMS Ghebreyesus e la presenza dei vertici dell'OSCE. I pericoli della disinformazione negli effetti sui sistemi democratici saranno messi a fuoco dai professionisti del settore: il Presidente dell'Ordine dei Giornalisti Carlo Verna, nella collaborazione con la Consulta per l'Informazione Sammarinese, il Presidente dell'Autorità Garante in materia, Andrea Albertini, e giornalisti come Carlo Romeo, direttore di RTV - l'emittente è media partner dell'evento. La presenza delle Università: Bologna; Urbino, con Lella Mazzoli della scuola di formazione al Giornalismo; l'Università di San Marino ad evidenziare - dice il Pro-Rettore Laura Gobbi - “il ruolo che anche le istituzioni educative hanno nella formazione del pensiero critico e della consapevolezza nella cittadinanza”. Focus sugli effetti distorsivi della disinformazione in ambito medico e sull'importanza di una corretta informazione per la salvaguardia della salute, con la presenza dei vertici ISS (il segretario Santi, il direttore generale Gualtieri e il dirigente dell'Authority Rinaldi), insieme ai rappresentanti delle istituzioni sanitarie italiane. Una riflessione sul ruolo del giornalista oggi è venuta anche dal Segretario all'informazione, Marco Podeschi che ha annunciato, come prossima, la ripresa del confronto con la Consulta per l'Informazione, per arrivare – questo l'obiettivo – a un testo di modifica alla legge per la stampa e l'editoria entro giugno, perché possa essere avviato all'iter parlamentare nell'estate.

Il convegno dà diritto ad 8 crediti deontologici nell'ambito della formazione continua per i giornalisti.

La conferenza sarà trasmessa in diretta streaming sul sito www.sanmarinortv.sm.