Logo San Marino RTV

Il Gruppo Unioni Civili per San Marino sostiene il secondo referendum

29 mag 2019
Esponenti del Gruppo Unioni Civili per San Marino
Esponenti del Gruppo Unioni Civili per San Marino

Il Comitato promotore della legge di iniziativa popolare per la “Regolamentazione delle Unioni Civili” invita a votare sì al quesito referendario che chiede di modificare l’articolo 4 della “Dichiarazione dei Diritti dei cittadini". La modifica consiste nell'aggiunta al testo che recita: “Tutti sono uguali davanti alla legge, senza distinzioni di sesso, di condizioni personali, economiche, sociali, politiche e religiose", della dicitura “senza distinzioni di orientamento sessuale”. 

"I diritti e i doveri sanciti dalle leggi in vigore a San Marino non cambiano - si legge in una nota - perché sarebbe come dire che il divieto di discriminazione religiosa avrebbe imposto di introdurre la poligamia, visto che alcune religioni la prevedono; cosa che, ovviamente, non è successa. La modifica è invece molto importante per rendere tutti i cittadini e le cittadine uguali davanti alla legge e tutelarli in caso di discriminazione, ma anche per rinforzare la posizione di San Marino all’interno degli stati solidamente liberal-democratici e occidentali".