Logo San Marino RTV

In vendita la colonia montana di Rocca Pietore

Per anni la casa vacanze di generazioni di sammarinesi, da qualche giorno è stato appeso su un balcone dell'edificio il cartello vendesi

di Giacomo Barducci
9 ago 2019
In vendita la colonia montana di Rocca Pietore
In vendita la colonia montana di Rocca Pietore

Procedendo a nord del lago di Alleghe nel verde delle montagne bellunesi si arriva a Rocca Pietore. Un comune di 1.200 abitanti devastato nell'ottobre scorso dall'uragano vaia, legato a doppio filo al Titano per aver ospitato la colonia montana sammarinese. In quasi 35 anni ha accolto oltre 5.000 giovani e meno giovani fino al 1999.

Diverse le iniziative portate avanti per far riaprire quella colonia ancora molto amata dai sammarinesi. La struttura è stata gestita dall'Opera Cattolica Sammarinese Assistenza (OCSA), fondazione messa in liquidazione nel 2009, ma che risulta ancora la proprietaria dell'immobile e dei terreni. Non sarebbe quindi mai stato perfezionato il passaggio di proprietà alla Diocesi San Marino Montefeltro.

Da qualche giorno però su un balcone dell'edificio, è apparso il cartello “vendesi” suscitando la curiosità di molti sammarinesi anche sui social. Sul cartello un recapito telefonico corrispondente ad una persona da noi contattata, la quale vuole rimanere anonima, e che dice di essere stata incaricata dalla fondazione OCSA stessa per dare supporto ad eventuali interessati all'acquisto dell'immobile o a ricevere informazioni.

Tornando alla storia della colonia nel 1995 l'idea di costruire una nuova sede della colonia a Bosco Verde con l'acquisto di un lotto dal comune veneto. Il Congresso di Stato stabilì un contributo in favore dell'OCSA di 180 milioni di lire e anche la cittadinanza partecipò con la raccolta fondi “50.000 lire per un mattone”. La nuova sede però non è mai stata realizzata, parte dei soldi sono stati spesi per tasse e spese gestionali dell'edificio riferisce Domenico Gasperoni, ex membro del consiglio direttivo OCSA, a detta degli amministratori della Colonia. Nel gennaio 2011 una nuova delibera (delibera numero 41 del 11/01/2011) del Governo autorizzava l'utilizzo del contributo stanziato alla fondazione per realizzare una nuova Colonia al servizio dell'intera Diocesi San Marino – Montefeltro. Anche in questo caso i lavori non sono mai iniziati e oggi della colonia montana sammarinese rimane solo un vecchio edifico in decadenza.