Logo San Marino RTV

Indebitati ma in vacanza: oltre 98 milioni di euro di prestiti per le ferie

10 giu 2018
Toglietemi tutto, ma non le vacanzeIndebitati ma in vacanza: oltre 98 milioni di euro di prestiti per le ferie
Indebitati ma in vacanza: oltre 98 milioni di euro di prestiti per le ferie - Le ferie estive si avvicinano e c'è chi è disposto anche a indebitarsi pur di partire, specie i giov...
Toglietemi tutto, ma non le vacanze. Poco importa se i soldi non ci sono ed è necessario chiedere un prestito. Che ferie siano, dunque, indipendentemente dalla situazione economica. Si stima che il debito contratto dagli italiani per partire per un po' di riposo lontani dallo stress nel 2017 sia di oltre 98 milioni di euro. A tanto ammontano i prestiti personali erogati, secondo un calcolo effettuato dai siti web Facile.it e Prestiti.it. Il campione si riferisce a più di 110mila domande tra quelle presentate attraverso i due portali dal 1 gennaio 2017 al 31 marzo 2018.

E' emerso che, nello scorso anno, la cifra media presa in prestito è stata di 4.140 euro da restituire in 39 rate, quindi in poco più di 3 anni. Lo stipendio medio dichiarato è di 1.518 euro. Tra i dati in evidenza, quello che ha visto aumentare, dal 2016 al 2017, il numero dei giovani che chiedono denaro. Nell'anno passato quelli con meno di 30 anni sono stati il 32,8%.

Ma se da un lato si potrebbe vedere la vacanza a tutti i costi come simbolo di consumismo e scarsa attenzione per il futuro, c'è chi guarda al fenomeno in modo positivo. Andrea Bordigone, responsabile prestiti di Facile.it, parla di un “atteggiamento più fiducioso verso il futuro” e di una “maggiore consapevolezza finanziaria”. Per avere un prestito, spiega, è necessario avere una posizione lavorativa stabile o un garante. Parla, quindi, di un miglioramento delle condizioni lavorative dei giovani. Under 30 che possono beneficiare di rate abbordabili. A cambiare sarebbe la filosofia: non più spendere ciò che si ha, ma pagare a rate per non gravare troppo sul budget. Per il caro vecchio modello del salvadanaio è dunque arrivato il momento della pensione.

Mauro Torresti