Logo San Marino RTV

E’ iniziata la caccia al cinghiale. Ma non cessano le polemiche

10 nov 2010
E' iniziata la caccia al cinghiale. Ma non cessano le polemiche
E' iniziata la caccia al cinghiale. Ma non cessano le polemiche
Tutto è avvenuto senza incidenti. Certo non è andata bene a loro: le vittime della battuta; 3 cinghiali di taglia media, 2 cuccioli. Come previsto la caccia è iniziata alle 10 del mattino - con una breve sospensione causata dalla pioggia - per chiudersi poi nel primo pomeriggio. 35 uomini hanno partecipato alla battuta, con la tecnica della braccata: alcuni in movimento, con l’ausilio dei cani; altri in postazione fissa. “Abbiamo occupato non più di un centinaio di ettari”, assicura uno dei capisquadra. “Questo per rispondere a chi ci accusava di utilizzare una porzione troppo vasta di territorio per cacciare”. Parole che non smorzano le polemiche di parte dell’opinione pubblica, che vede nelle battute al cinghiale - e nella caccia in genere - una pratica anacronistica, crudele e potenzialmente pericolosa per l’incolumità pubblica. Ieri - presso la sede dell’Associazione Micologica - l’incontro di varie organizzazione animaliste e ambientaliste del Titano, presenti anche cittadini delle zone interessate alle battute. Alcuni hanno sottolineato un difetto informativo da parte delle autorità; altri si sono detti preoccupati per i rischi connessi a questa pratica. Le varie organizzazioni si sono riunite in un “Comitato di coordinamento per la tutela dell’ambiente e della fauna”. L’obiettivo è intervenire con urgenza, e in modo incisivo, sulle problematiche connesse al decreto numero 166: quello relativo alla caccia al cinghiale. A breve verranno esposte le prime prese di posizione.

Gianmarco Morosini