Logo San Marino RTV

Joseph Club: bruciata l'auto-navetta del locale

24 mar 2006
Joseph Club: bruciata l'auto-navetta del locale
Un episodio inquietante, avvenuto nella notte. Il Chrysler Voyager, di proprietà del Joseph Club ed utilizzato come navetta, è stato dato alle fiamme, e il parabrezza risulta gravemente danneggiato, come se qualcuno vi si fosse accanito con un pesante oggetto contundente. Attorno alle 6 del mattino, un residente della zona si è accorto che l’auto era in fiamme ed ha allertato le forze di polizia. E’ poi intervenuto egli stesso con due estintori per spegnere il fuoco. Sul posto aono intervenuti Gendarmeria e Polizia Civile, che ora sta conducendo le indagini. Ha tutta l’aria di essere un atto intimidatorio, ma le bocche restano cucite. Recentemente il locale è stato al centro di numerose polemiche, coi residenti costituiti in Comitato per protestare contro i rumori notturni. Il proprietario, Daniele Billi, si è detto sconcertato: “Non ho ricevuto alcun tipo di minacce – puntualizza – ed anche ultimamente mi pare che le acque si fossero un po’ calmate. La situazione certo è delicata e cerco di non pensare a niente, di non fare ipotesi, ma – aggiunge – ho letto una frase riferita al Comitato che mi ha dato da pensare: se il Governo non fa qualcosa, hanno detto, faremo qualcosa noi”. “Intendevamo organizzare una manifestazione pubblica, un corteo – puntualizza Eros Merlini, a capo del Comitato – e spero che nessuno faccia illazioni di altro tipo perché sarebbero ridicole. Abbiamo sempre cercato di tenere calmi gli animi e i residenti non mi sembrano particolarmente esasperati. Delusi sì, perché a due mesi dalla petizione data ai Reggenti non è cambiato nulla. Inoltre - continua - ho udito preoccupazioni sulle persone che frequentano il locale, alcuni avrebbero visto gente drogarsi davanti alle loro case, e non sono spettacoli edificanti. Ora – conclude - presenteremo altre due Istanze d’Arengo, una per preservare il verde adiacente al locale, l’altra per limitarne la licenza, affinché sia solo ristorante e non più discoteca”. L’autovettura, del valore di 36mila euro circa, acquistata un anno e mezzo fa, era assicurata contro incendio e furto.