Logo San Marino RTV

Lo 0 a 0 col Liechtenstein riaccende l'orgoglio "Nazionale"

Ora è lecito sognare la vittoria con Gibilterra

di Luca Salvatori
14 ott 2020

Tanti sammarinesi ieri sera incollati alla tv con la Nazionale maggiore che ha giocato una delle partite più belle ed emozionanti della sua storia. Una Nazionale così forse non si era mai vista. Bel gioco e partita letteralmente dominata, fuori casa, col Liechtenstein. La vittoria è stata ad un passo e quindi lo 0 a 0 finale lascia l'amaro in bocca ma riaccende l'orgoglio per una nazionale maggiore che – dopo 39 sconfitte consecutive in gare ufficiali – non aveva certamente creato entusiasmo e spirito di attaccamento da parte dei sammarinesi. Ieri sera è mancato solo il gol anche se per un attimo l'illusione c'è stata, prima del fischio dell'arbitro che l'ha annullato a Dante Rossi. Un sammarinese di origine argentina, come Adolfo Hirsh a cui si aggiunge Fabio Ramon Tomassini, madre cubana, per la nazionale, per certi versi, più “multietnica” di sempre.

Tutti bravi, in ogni reparto, i ragazzi di Varrella, che ora sono legittimati a sognare e a far sognare i sammarinesi in vista della partita con Gibilterra in programma al San Marino Stadium il 14 novembre.