Logo San Marino RTV

Meteo: in arrivo ore 'infuocate', i consigli dell'Iss per affrontare il grande caldo

di Mauro Torresi
26 giu 2019
Nel servizio, l'intervista a Emidio Troiani, Medico di Medicina Generale e Cardiologo Iss
Nel servizio, l'intervista a Emidio Troiani, Medico di Medicina Generale e Cardiologo Iss

Tra i meteorologi c'è chi lo ha definito “l'urlo africano”, altri parlano di un caldo di “portata storica”. Fatto sta che il blocco di aria 'bollente' proveniente dall'Africa sta progressivamente interessando i Paesi europei. Sulla penisola italiana si presume che il picco arriverà domani. In Piemonte, secondo gli esperti, si potrebbero toccare i 43 gradi centigradi. A Bologna, la temperatura potrebbe oscillare, sempre domani, tra i 39 e i 40 gradi.

Andrà un po' meglio sul Titano perché i bollettini danno una massima di 34 gradi nel pomeriggio. In attesa della 'canicola', è buona norma prepararsi seguendo alcuni suggerimenti dell'Iss. "Prima di tutto bere in maniera adeguata", spiega Emidio Troiani, medico cardiologo. Per un "soggetto normale senza problemi di salute", dice, l'indicazione è di consumare da un litro e mezzo a due litri al giorno. Per i cardiopatici, prosegue Troiani, bisogna avere maggiore accortezza e, in generale, consultare i dottori in caso di dubbio. 

Importante è anche vestirsi in modo leggero, prediligere frutta e verdura tra i cibi e non rimanere troppo tempo in automobile e di non lasciare all'interno del veicolo persone, specie bambini e anziani. I medici consigliano anche di stare in casa, in zone ombreggiate o con aria condizionata nelle ore centrali della giornata, di ventilare l'abitazione di notte evitando l'uso eccessivo dei ventilatori e di fare pasti leggeri. Attenzione anche alla conservazione dei farmaci, soprattutto per quelli che necessitano di una temperatura al di sotto dei 25-30 gradi. In casi di grande caldo, è bene tenerli in frigo.

In caso di malesseri lievi, è possibile rivolgersi al medico di base o ai centri per la salute e, di notte, alla guardia medica. Per situazioni più complesse, è consigliabile chiamare il 118. In questi giorni 'roventi' bisogna avere cura anche degli amici animali: non lasciarli in auto, evitare di farli stare sotto al sole nelle ore più calde, dare loro acqua e, magari, bagnarli per rinfrescarli.

Nel servizio, l'intervista a Emidio Troiani, Medico di Medicina Generale e Cardiologo Iss

Leggi il comunicato stampa ISS