Logo San Marino RTV

Neve sul Titano: problemi alla viabilità. Fenomeni in esaurimento

21 mar 2018
Neve sul TitanoNeve sul Titano: problemi alla viabilità. Fenomeni in esaurimento
Neve sul Titano: problemi alla viabilità. Fenomeni in esaurimento - Come era stato annunciato dalle previsioni San Marino si è svegliata di nuovo imbiancata. Una ventin...
Come era stato annunciato dalle previsioni San Marino si è svegliata di nuovo imbiancata. Una ventina i centimetri di neve accumulati al suolo in Città. Temperature che non superano lo zero nemmeno nei Castelli più bassi e attorno ai -2° sul monte, 8 in meno rispetto alle medie del periodo. A Borgo Maggiore circa 10 cm.

Limite della neve al suolo sui 400 metri sul livello del mare. Strade bianche da Domagnano, ma è da Borgo in poi che la situazione diventa più critica. Le precipitazioni nevose hanno colpito in modo particolare i castelli più interni del territorio, quindi Chiesanuova, Fiorentino, Montegiardino, Faetano. Le strade sono percorribili soltanto se adeguatamente attrezzati, soprattutto nella parte alta. 

La neve ha iniziato ad accumularsi al suolo a partire dalle 22 di ieri e il servizio rottaneve CCO è stato attivato dalla centrale operativa subito dopo la mezzanotte. Attualmente sono operativi 15 reparti su 24, mentre sono entrati in azione 6 camion per pulire le supertrade e consolari. In Città sono in funzione 2 pale, 2 bobcat e le piccole turbine per pulire marciapiedi ed entrate di uffici e scuole.

Tutte le linee del servizio di trasporto pubblico e scolastico sono attive anche se con qualche ritardo in mattinata per attrezzare i mezzi.

Questa mattina ci sono stati forti disagi e lunghe code dal bivio di Valdragone alla rotatoria Agip a causa di alcuni camion non adeguatamente attrezzati, situazione che però si è normalizzata.

La situazione è via via in miglioramento. Dal pomeriggio è previsto l'esaurimento dei fenomeni nevosi anche se continueranno le temperature basse con minime sotto lo zero termico.

È stata emessa un'allerta gialla da parte della Protezione Civile per tutta la giornata di domani per criticità idrogeologica dovuta all'attuale fragilità del territorio ed alle condizioni di saturazione dei suoli, oltre al graduale scioglimento della neve nelle zone medio-montane e collinari.