Logo San Marino RTV

Oncologia: presto accordo dell'ISS con l'IRST di Meldola

28 mag 2008
Infermieri
Infermieri
Il tumore continua ad essere, anche a San Marino, la seconda causa di morte. Ma a questo proposito c’è un altro aspetto non meno importante: l’aumento di incidenza non implica quello di mortalità.
Anche su questo si rifletterà questa sera, nella sala del Castello di Domagnano, durante un incontro pubblico promosso dall’ISS: un’occasione per rivivere le tappe del breve ed intenso iter che l’oncologia ha tracciato a San Marino dal 1992 ad oggi. Un percorso che, in un certo senso, chiude un cerchio: prima del suo avvio i malati oncologici venivano deviati al dipartimento di Forlì, diretto dal prof. Dino Amadori, a breve l’ospedale di San Marino sottoscriverà un accordo con IRST di Meldola, centro che il famoso professore ha tenuto a battesimo.
Il titolo dell’incontro, “Insieme per l’eccellenza in oncologia”, svela lo spirito con cui ci si appresta a stringere l’accordo con l’importante Centro di Ricerca Oncologica: con l’intenzione, cioè, di avviare un sistema in rete, nel nome della sinergia, che non limiti i professionisti sammarinesi al semplice ruolo di fruitori.
Tra le altre cose, anche l’opportunità di avere libero accesso agli strumenti di radioterapia dell’IRST, di condividere percorsi di aggiornamento e cura: un risultato importante che si inquadra nello sforzo di dare all’utenza una risposta sempre più qualificata e puntuale.