Logo San Marino RTV

Ordinanza acqua: ridurre i consumi del 20% è l'obiettivo

1 ago 2013
Ordinanza acqua: ridurre i consumi del 20% è l'obiettivoOrdinanza acqua: ridurre i consumi del 20% è l'obiettivo
Ordinanza acqua: ridurre i consumi del 20% è l'obiettivo - Non oltre i 10mila metri cubi d'acqua al giorno. L'AASS fissa un tetto ai consumi, o meglio, questo...
Non oltre i 10mila metri cubi d'acqua al giorno. L'AASS fissa un tetto ai consumi, o meglio, questo è l'auspicio, il risultato che si spera di ottenere con l'ordinanza in vigore dal 31 luglio, emessa per far fronte ad eventuali problemi di captazione idrica, in particolare dal Marecchia. La situazione è monitorata costantemente dall'Azienda, grazie al telecontrollo, che informa in tempo reale sul funzionamento dell'intero sistema, sia sul livello del lago Marecchia, sia sui consumi. La lettura è istantanea, in riferimento a tutte le fonti di approvvigionamento: lo stesso Marecchia, ma anche le sorgenti interne, le risorse da Romagna Acque e da Hera-Rimini. E si riesce così a stimare la quantità giornaliera di acqua immessa in rete, ma anche le riserve disponibili.
Proprio partendo dai dati, quelli di luglio, ma anche stando alle medie dei consumi degli anni passati, è scattata l'ordinanza che impone divieti e suggerisce norme di comportamento votate al risparmio e ad una gestione razionale dell'acqua. Dall'AASS i picchi di luglio: quello massimo il 10 con un prelievo di 12.399 metri cubi; il 30 luglio il prelievo minimo, con 10.607 metri cubi.
Concretamente, l'obiettivo dell'ordinanza è abbassare i consumi di almeno il 20%,si diceva, sotto del 10mila metri: un obiettivo fallito, anche se di poco, nel 2012, quando ad agosto il consumo medio giornaliero di acqua superò gli 11mila metri cubi.

Annamaria Sirotti