Logo San Marino RTV

"Orgogliosi di voi" la cerimonia in Piazza della Libertà, riconoscimento verso chi è stato in prima linea nei mesi più bui

"Non una festa né la celebrazione della fine della pandemia"

24 ago 2020
La cerimonia
La cerimonia

La straordinarietà dell'impegno. La cerimonia voluta dalle istituzioni sammarinesi come segno di riconoscimento verso la dedizione e l'altruismo dimostrati durante la fase più acuta dell'emergenza sanitaria da alcune categorie professionali o organizzazioni di volontariato è solenne e simbolica. Solenne nel protocollo, l'inno in apertura, la presenza dei Capi di Stato, dei Segretari agli Esteri, agli Interni, alla Sanità ed al Territorio che si sono alternati in interventi che hanno tradotto in parole il senso di gratitudine e di riconoscimento, verso chi davanti all'imprevisto non si è tirato indietro, contribuendo a costruire ciò che ha fatto la differenza nei mesi più bui: percepirsi come comunità. Simbolica perché nel conferire le medaglie al merito di prima classe alla Bandiera dei corpi delle forze di Polizia, Protezione Civile, al Labaro della Croce Rossa, ad Iss ed Authority i Capi di Stato hanno voluto raggiungere tutti coloro che nel picco della pandemia hanno scelto di rimanere in prima linea, ed hanno saputo guardare oltre alla propria capacità professionale o all'orario di lavoro, diventando così testimonianza di responsabilità civile ed esempio di solidarietà umana.

Nelle parole dei Capitani Reggenti la riconoscenza verso quello che, coi fatti, hanno dimostrato di essere “siamo orgogliosi di voi- hanno detto-scesi prontamente in campo, che avete intensificato l'impegno e dato disponibilità per non far mancare in quei terribili giorni il vostro contributo, fondamentale per la nostra comunità” Non una festa, né la celebrazione per la fine della pandemia, ma un momento che vuole celebrare una sfida superata con il cuore rivolto a chi non è più noi, e gli occhi al futuro: con la consapevolezza che la recrudescenza del fenomeno si affronterà con l'esperienza maturata e strutture pronte a reagire. Dopo la cerimonia i Capitani Reggenti si sono recati alla Cava dei Balestrieri, dove la Protezione civile ha consegnato attestai di merito ai volontari “dobbiamo continuare ad essere vigli ed attenti- hanno detto i Capi di Stato- ma abbiamo la certezza di avere nel nostro volontariato un grande patrimonio di risorse morale e civili su cui contare, in questo momento di difficoltà”

Leggi il comunicato stampa della Segreteria Affari Esteri

La cerimonia integrale