Logo San Marino RTV

Caldo: a San Marino superati i 40 gradi, picchi nelle centraline del Titano

4 ago 2017
La fontana della Galleria CarispCaldo: a San Marino superati i 40 gradi, picchi nelle centraline del Titano
Caldo: a San Marino superati i 40 gradi, picchi nelle centraline del Titano - Due anziani alpinisti sono stati trovati morti ieri sera vicino Trieste: erano ancora appesi in pare...
Record in tutte le stazioni di rilevazione sammarinesi, debole e scostante la brezza marina, che fino a ieri era riuscita a portare un po’ di sollievo al Titano. Tre centraline hanno segnato oltre 40 gradi, 2 a Serravalle e una Chiesanuova (vedi foto), oltre 39 quelli a Borgo Maggiore e Torraccia. San Marino città è l’unica stazione che non ha stabilito il suo picco oggi. Queste temperature sono misurate con strumenti elettronici più accurati nel posizionamento rispetto al passato. 

Tutta la penisola è nella morsa, l'apice verrà toccato tra oggi e domani. 26 grandi città con il bollino rosso fino a domenica, 55 i gradi percepiti in Campania. Solo Genova graziata dall'aria rovente. 
Allarme per la formazione di ozono (anche a San Leo e San Clemente nel riminese), prodotto secondario dei nostri inquinanti che reagisce con il caldo, nelle città del nord.
Uffizi chiusi per problemi al condizionamento. 
Da domenica ci sarà una tregua al Nord, con l'arrivo di alcuni temporali, seguiti da aria leggermente più fresca. Nei primi giorni della prossima settimana al Centro-Sud le temperature perderanno qualche grado. La fine dell'ondata potrebbe arrivare tra giovedì e venerdì. A dirlo sono i meteorologi del Centro Epson Meteo, ricordando che è la quinta e più intensa di questa estate.
Sono invece tre le vittime. Due anziani alpinisti sono stati ritrovati morti in Val Rosandra. Rimasti appesi alla parete, sono stati così esposti al sole cocente, che secondo l’ipotesi più accreditata sarebbe stato fatale. A Teramo invece, un uomo di 70 anni è stato colto da infarto.
La siccità non potrà che aggravarsi. Nei campi l'ortofrutta sta maturando tutta insieme, con prezzi in calo e possibili vuoti di produzione già dalle prossime settimane per meloni e angurie e rischio di scaffali vuoti anche per alcune varietà autunnali.

Foto Gallery