Logo San Marino RTV

Pesaro: pesarese che lavora a San Marino molesta avvocatessa di Pesaro, ammonito dalla Questura

25 gen 2017
Pesaro: pesarese che lavora a San Marino molesta avvocatessa di Pesaro, ammonito dalla QuesturaPesaro: pesarese che lavora a San Marino molesta avvocatessa di Pesaro, ammonito dalla Questura
Pesaro: pesarese che lavora a San Marino molesta avvocatessa di Pesaro, ammonito dalla Questura - Aumentano le denunce per molestie alla Questura di Pesaro, coinvolto anche uno stalker pesarese che...
Si è finto uno cliente per iniziare a perseguitala. E' successo ad una avvocatessa di Pesaro che si è trovata a subire le molestie di un uomo di 30 anni, pesarese, ma residente anni a San Marino e che lavora come impiegato in una azienda del Titano. Lo stalker, una vecchia conoscenza della vittima, inizialmente le aveva chiesto assistenza legale ma si è subito tramutato in un molestatore. La Questura di Pesaro, dopo varie segnalazioni, ha predisposto un provvedimento di ammonizione per stalking nei suoi confronti.
"Il nostro è un provvedimento celere, veloce perchè l'obiettivo è quello di mettere in sicurezza la vittima, nel giro di 24 ore o massimo di una settimana, quando i casi sono molto complessi, noi interveniamo" ha commentato il questore Antonio Lauriola.
Da metà del 2015 la donna subiva appostamenti, messaggi insistenti ma anche irruzioni in casa dei suoi genitori da parte dell'uomo che dichiarava di volerla sposare e la invitava a lasciare il suo fidanzato. Nel 2016 la questura pesarese ha emesso 9 ammonimenti per atti persecutori e 2 per violenza domestica.
"Le classi sociali coinvolte sono trasversali, sono interessate tutte le professione, per quanto riguarda il genere nel 70% dei casi gli stalker sono uomini, il 30% donne, il movente è quasi sempre passionale. Nel 5% dei casi è per altra natura di rapporti come per esempio problemi di vicinato" ha concluso il questore. Nel video l'intervista a Antonio Lauriola, questore Pesaro.

Valentina Antonioli