Logo San Marino RTV

Polveri sottili: troppi sforamenti a Rimini, in atto misure emergenziali

26 gen 2018
Scarico in azione
Scarico in azione
Nell'ultima settimana, le concentrazioni di polveri sottili in Emilia Romagna sono rimaste su valori prossimi al limite di legge, con livelli leggermente più elevati nelle province di Modena e Rimini. 
"La scarsa ventilazione dovuta ad un´area di alta pressione nell´Europa sudoccidentale – si legge nel comunicato Arpae -, ha favorito l´accumulo di inquinanti in tutto il bacino padano".
Per questo da oggi e fino a Lunedì compreso, scattano in provincia le misure emergenziali previste dal 1° livello di allerta per il contenimento e la riduzione dell'inquinamento atmosferico, che prevedono: abbassamento del riscaldamento fino ad un massimo di 19°C, il divieto di utilizzo di generatori di calore domestico alimentati a biomassa e di tute le combustioni all'aperto di qualsiasi tipologia.
Con il prossimo bollettino, la cui emissione è prevista per lunedì 29 gennaio, Arpae comunicherà l'eventuale rientro a una situazione di normalità.

In particolare le misure emergenziali previste dall’ordinanza prevedono:

1 – Ampliamento delle limitazioni alla circolazione dalle ore 8,30 alle ore 18,30 a tutti i veicoli diesel Euro 4.

2 – Obbligo di riduzione della temperatura di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati (fino a massimo 19°C nelle case, negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali; fino a massimo 17°C nei luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali). Sono esclusi da queste indicazioni gli ospedali e le case di cura, le scuole ed i luoghi che ospitano attività sportive.

3 – Divieto di utilizzo di generatori di calore domestico alimentati a biomassa legnosa (legna, pellet, cippato, ecc), in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe 3 stelle (classificazione ambientale introdotta dalla delibera di Giunta Regionale n.1412/2017).

4 – Divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli.

5 – Divieto assoluto per qualsiasi combustione all'aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d'artificio, ecc.).

6 – Divieto di spandimento dei liquami zootecnici.

7 – Potenziamento dei controlli sui veicoli circolanti.

Con il prossimo bollettino, la cui emissione è prevista per lunedì 29 gennaio, ARPAE comunicherà l'eventuale rientro a una situazione di normalità, il mantenimento dell'allerta di 1° livello o l'eventuale passaggio all'allerta di 2° livello.

Il testo integrale dell’Ordinanza Sindacale n.242859 del 29/09/2017, contenente anche le tipologie di autoveicoli ai quali non si applicano le limitazioni alla circolazione, i veicoli oggetto di deroga, nonché i tratti di strada esclusi dalle limitazioni, è pubblicata sui seguenti siti internet: www.comune.rimini.it, www.riminiambiente.it o www.liberiamolaria.it.

Sul sito www.liberiamolaria.it sono pubblicati inoltre tutti i dati relativi alle polveri sottili PM 10 e il Piano Aria Integrato Regionale 2020.