Logo San Marino RTV

Il porta a porta arriva anche a Murata, ecco cosa cambia

3 apr 2017
Il porta a porta arriva a Murata
Il porta a porta arriva a Murata
Il percorso di adeguamento verso la raccolta differenziata prosegue. Da oggi nuove abitudini per i cittadini di Murata che non dovranno più gettare i rifiuti nei consueti cassonetti – dismessi – ma servirsi dei kit da lasciare fuori casa. Ad ogni famiglia ne è stato consegnato uno formato da contenitori di diverso colore. A ogni colore è associata una tipologia di rifiuto. Il bidoncino dovrà essere messo fuori dalla porta in base alle indicazioni contenute nell'eco-calendario.

Il Castello di Città sperimenta già da alcuni anni la differenziata. Tommaso Rossini - segretario di Giunta - spiega che in centro storico, dove la raccolta è iniziata nel 2012, si è arrivati a circa l'80% di differenziata. Quello del porta a porta è uno dei temi caldi tra i residenti, a volte preoccupati dal cambiamento. Chi vive nei palazzi non sa dove sistemare i bidoni e molti lamentano il cattivo odore prodotto dai rifiuti organici.

Per questo, l'umido viene ritirato quasi tutti i giorni, spiega Rossini, e chi è in condominio si sta organizzando per gestire gli spazi dove lasciare i contenitori. Tutti i kit hanno un identificativo. Attenzione, quindi, a come si conferiscono i rifiuti, anche se, in un primo momento, le sanzioni non arriveranno.

Mauro Torresi

Nel servizio, l'intervista a Tommaso Rossini, segretario di Giunta di Città