Logo San Marino RTV

Portogallo, impazza la protesta per la crisi

29 set 2012
Portogallo, impazza la protesta per la crisi
Si parla spesso delle manifestazioni di protesta contro le misure di austerity in Paesi come Spagna o Grecia, ma in questo periodo succede qualcosa di simile anche in Portogallo, altro grande malato d’Europa, alle prese con un deficit pari al 6,8% del Pil. Eppure le manifestazioni più imponenti dal crollo della dittatura nel 1974, hanno fatto vacillare per la prima volta dal suo insediamento il governo ultraliberista di Pedro Passos Coelho. Pressato dalla piazza, sconfessato da una parte della sua stessa maggioranza, abbandonato dall’associazione degli imprenditori e criticato anche dalla chiesa, il premier ha così dovuto ritirare in fretta e furia l’aumento dei contributi alla previdenza sociale tanto inviso all’opinione pubblica. In attesa della nuova ondata di scioperi promessa dai sindacati, il governo è costretto a reperire 2 miliardi di euro per ottenere la tranche di 3,4 miliardi di aiuti prevista per fine ottobre.