Logo San Marino RTV

Qualità dell'aria a San Marino, 12 "sforamenti" di PM10 nel 2018

I dati sono forniti dati dal Dipartimento Prevenzione dell'ISS

di Filippo Mariotti
15 mag 2019
Qualità dell'aria a San Marino, 12 "sforamenti" di PM10 nel 2018
Qualità dell'aria a San Marino, 12 "sforamenti" di PM10 nel 2018

Dal 2016 la stazione di rilevamento della qualità dell'aria è posizionata in Piazza Bertoldi a Serravalle. Negli anni precedenti era stata inserita a Gualdicciolo e a Dogana. Qui, in Piazza dei Centomila, il risultato peggiore, quando nell'anno 2012 sono stati rilevati 35 sforamenti di PM10. Lo scorso anno, secondo i dati pubblicati dal Dipartimento Prevenzione, è stato superato il limite di 50 microgrammi per metro cubo di particolato fine per un totale di 12 giorni. Va precisato che il limite fissato dall'Unione Europea è di 35 sforamenti annui. Per fare un confronto, nel 2018 la centralina di via Flaminia a Rimini ha rilevato 36 superamenti del limite giornaliero, quindi uno in più rispetto a quanto previsto dall'UE. Ma negli anni precedenti sono stati anche 89 gli sforamenti nella città rivierasca.

A Serravalle, vicini al limite massimo, ma mai superati, i valori di ozono che si attiva dalla reazione di gas inquinanti con la luce solare, quindi particolarmente elevati nel periodo estivo. Per quanto riguarda il biossido di azoto – che si crea soprattutto dagli impianti di riscaldamento ed i gas di scarico dei motori – sono stati 5 i superamenti dei limiti, a fronte di un massimo consentito per legge di 18. La media annuale è risultata di 39,3 microgrammi per metro cubo che risulta leggermente più bassa dei 40 previsti. Nessun problema infine per il benzene e la concentrazione di metalli quali cadmio, nichel, piombo e arsenico.