Logo San Marino RTV

Religione a scuola: "9 ragazzi su 10 la scelgono"

Numeri alla mano, l'intervento degli insegnanti: “Non insegniamo catechismo, ma l'impatto delle religioni sull'uomo, con un approccio laico”

15 lug 2019
Religione a scuola: "9 ragazzi su 10 la scelgono"
Religione a scuola: "9 ragazzi su 10 la scelgono"

Dati alla mano, per chiarire il reale orientamento di ragazzi e famiglie nella scelta tra religione cattolica e materia alternativa di “etica, cultura e società”. 92% alle elementari, 90% alle medie, 91% alle superiori: più di 9 ragazzi su 10 scelgono di frequentare l'insegnamento della religione cattolica.

Ma al di là dei numeri, gli insegnanti intervengono per chiarire – a dispetto di titoli e opinioni espresse sui social che, dicono, “inducono disinformazione nella cittadinanza” – contenuti e approccio dell'insegnamento della religione cattolica a scuola. “Non un catechismo – dicono – ma un approccio laico per dare ai ragazzi la conoscenza, lo sviluppo e l'impatto della religione sull'uomo e sul tessuto sociale”.

Dettagliano l'articolazione del programma: concentrato sulla “conoscenza della tradizione ebraico-cristiana, quale espressione che ha plasmato interamente la nostra cultura” e che, dalle sue origini, ha “inciso sulla identità della Repubblica, riconoscendo in un santo cristiano il proprio fondatore”. Ma gran parte del programma dedicato anche alla conoscenza degli aspetti fondamentali delle altre grandi religioni del mondo, “vista la multiculturalità che i ragazzi di oggi sono chiamati ad affrontare”.

E proprio ai ragazzi va un ringraziamento, quale “stimolo - dicono gli insegnanti – per offrire un insegnamento utile a livello cognitivo e che li prepari ad essere cittadini capaci di giudizio critico sulla realtà”.