Logo San Marino RTV

Religione cattolica nelle scuole: firmato accordo San Marino-Santa Sede

26 giu 2018
Mons. Emil Paul Tscherrig e il Segretario RenziReligione cattolica nelle scuole: firmato accordo San Marino-Santa Sede
Religione cattolica nelle scuole: firmato accordo San Marino-Santa Sede - A porre la firma, il segretario agli Esteri Nicola Renzi e il Nunzio Apostolico Monsignor Emil Paul...
A porre la firma, il segretario agli Esteri Nicola Renzi e il Nunzio Apostolico Monsignor Emil Paul Tscherrig, nel primo atto ufficiale dal suo accredito in Repubblica, lo scorso gennaio.

Presenti l'ambasciatore di San Marino in Santa Sede Maria Alessandra Albertini e, in rappresentanza della Diocesi, del Vicario Generale Monsignor Elio Ciccioni. Un accordo che nasce da un ordine del giorno consiliare che fissa il valore della cultura religiosa nell'educazione della persona. Sullo sfondo, anche la convenzione del '92 tra i due Stati e che riconosce nei principi della religione cattolica l'identità stessa del popolo sammarinese.
In base all'accordo – spiega la nota della Segreteria Esteri - “la religione cattolica continuerà ad essere impartita in tutte le scuole pubbliche sammarinesi, con uno status e una dignità formativa e culturale pari alle altre discipline curriculari; al contempo, sarà assicurata ampia libertà di scelta allo studente, o a chi per lui, senza che ciò costituisca motivo di discriminazione".

L’Accordo fa infine riferimento a una "successiva regolamentazione fra le Autorità istituzionali e la Diocesi locale, al fine di determinare i programmi e le modalità organizzative dell’insegnamento, i criteri per la scelta dei libri di testo, i profili degli insegnanti e il loro reperimento".
Accanto al significato in sé dell'accordo – che riceve il compiacimento del pontefice papa Francesco - in evidenza sono le relazioni sempre più strette tra San Marino e Santa Sede, proprio in virtù di una comunanza di valori.

Nel video, le interviste al segretario di stato agli Esteri, Nicola Renzi e al Nunzio Apostolico Monsignor Emil Paul Tscherrig

AS

Il comunicato stampa Segreteria Affari Esteri